Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato nella classica conferenza stampa pre-partita in vista del match di domani al Benito Stirpe di Frosinone contro i gialloblù. Ecco le sue parole.

Sul Frosinone: “Ha vinto la partita di Bologna, che è rimasto in 10 dal 14′. Abbiamo visto la partita di Udine, avrebbe meritato di più. Serve una gara importante, è una squadra organizzata, serve una gara da vera Lazio. Dovrò capire chi mi darà le garanzie per giocare. Chiamatelo turnover o come volete. Metterò la squadra più idonea per fare un grande partita”.

Sull’autostima dopo la qualificazione in Coppa Italia: “La squadra coi successi prende sempre più autostima. Veniamo da un buon momento, da una qualificazione meritata, nonostante il rigore all’ultimo. La Juve e l’Inter sono il passato, dobbiamo ricominciare a fare punti in campionato a Frosinone”.

Sul modulo: “Vedrò di partita in partita. Sto provando situazioni diverse. Immobile e Correa con l’alternativa Caicedo mi stanno convincendo, così come Milinkovic e Luis Alberto mezzali”.

Su Romulo: “E un giocatore che ha fatto un’ottima carriera, voleva la Lazio a tutti i costi e questo è un buonissimo punto di partenza. È molto umile e domani verrà convocato, avrà le stesse opportunità di tutti gli altri. Con il nostro modulo sarà un’alternativa a Marusic, ci darà una mano con tutte le partite che dobbiamo affrontare”.

Su infortuni e squalifiche: “Wallace ha avuto uno stiramento tra primo e secondo grado, non lo avremo per circa un mese. Ci dava una mano e delle soluzioni, a Milano stava facendo bene il terzo dopo aver fatto il centrale con la Juventus. Luiz Felipe sta meglio, proveremo a recuperarlo con l’Empoli, ieri gli esami hanno dato esiti positivi. Oggi ha cominciato a forzare, ma domani non ci sarà. Lukaku sta facendo un lavoro a parte, sta seguendo un protocollo, ha un po’ di problemi al tendine rotuleo. A parte Milinkovic squalificato sono tutti convocati”.

Sull’esultanza di San Siro: “Era per i ragazzi e per i tifosi. Nessuna rivincita da parte mia con l’Inter. I ragazzi erano stati bravissimi con la Juve e i tifosi ci avevano trascinato all’Olimpico. La stessa cosa è successo giovedì a Milano”.

Articolo precedenteAtalanta, Gasperini: “Cagliari sempre difficile ma stiamo bene, sono gare che confermano lo stare in alto”
Articolo successivoStadio EC – Udinese – Fiorentina 1-1, pareggio inutile per entrambe

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui