spot_img
HomeSerieANapoliLavezzi, la partita più importante: ricoverato per tossicodipendenza

Lavezzi, la partita più importante: ricoverato per tossicodipendenza

-

Ezequiel Lavezzi, ex stella del Napoli e del Paris Saint Germain, dovrà sottoporsi a delle severe cure per curare la tossicodipendenza

Un ricovero immediato, della durata di due o tre mesi, per combattere la tossicodipendenza e riprendere in mano le redini della propria vita. Periodo delicatissimo per Ezequiel Lavezzi, ex stella del Napoli e grande protagonista dei cosiddetti Tre Tenori, al fianco di Hamsik e Cavani, suo compagno anche al Paris Saint Germain. L’ex attaccante, secondo quanto riportato dall’Argentina, sua Terra natale, dovrà sottoporsi a severe cure in una clinica a Boulogne sur Mer, in un centro di recupero per tossicodipendenze.

Resta fitto il mistero sulla notte più che controversa vissuta dal Pocho (soprannome che gli era stato attribuito quando incantava il pubblico europeo), in Uruguay, in una nottata in cui ha riportato diverse ferite all’addome e una clavicola fratturata. Alla base, comunque, non sembrano registrarsi aggressioni familiari o conti da regolare all’interno dello stesso contesto in cui viveva in compagnia del fratello. Quel che è certo, è che Lavezzi dovrà recuperare il proprio equilibrio psico-fisico in una clinica argentina, come sottolineato da La Gazzetta dello Sport nella propria edizione online. La partita più importante della vita del Pocho sta per cominciare: una lotta contro le dipendenze da stupefacenti e il graduale ritorno alla normalità.

Oltre all’articolo: “Lavezzi, la partita più importante: ricoverato per tossicodipendenza”, leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Samardzic Juventus

La lunga estate di Samardzic: telenovela pronto a ricominciare; la Juventus…

0
Lazar Samardzic, ventiduenne centrocampista dell’Udinese, farà ancora parlare molto di sé in ottica mercato: la Juventus è sempre in lista Esattamente un anno fa, la...