Roberto De Zerbi, ex tecnico del Sassuolo, avrebbe riscosso l’interesse di Real Madrid e Liverpool, ma il Brighton è pronto a reagire

Una melodia armoniosa, sinuosa, per uno spartito che potrebbe rivelarsi più che vincente e in una carriera in panchina che si prospetta più luminosa. Maestro De Zerbi è salito in cattedra in Premier League e ha attirato le attenzioni dei maggior club europei, pronti a far ripartire i propri progetti tecnici già dalla prossima stagione. Questi ultimi, tuttavia, secondo quanto appreso da 90min.com, dovranno fare i conti con le resistenze del Brighton che, da piccola realtà, si sta trasformando in cenerentola del calcio europeo anche grazie alle intuizioni e al modo di produrre calcio del tecnico bresciano.

Il club inglese starebbe già preparando la contromossa per l’offensiva di club quali Real Madrid e Liverpool, i cui progetti tecnici, Ancelotti e Klopp, appaiono ormai a fine corsa. Il Brighton avrebbe infatti intenzione di estendere ulteriormente il contratto di De Zerbi oltre la naturale scadenza, fissata nel 2026, incrementando la clausola risolutoria inserita nell’accordo col quarantaquattrenne stabilita in 12 milioni di euro. Dal suo insediamento in Premier, il campionato più competitivo al mondo, De Zerbi ha condotto il Brighton a uno storico sesto posto in classifica e la conseguente prima qualificazione in Europa League, frutto di una media punti di 1,66 a partita.

La melodia del nuovo Maestro del calcio europeo ha ammaliato tutte le big in giro per l’Europa: un ritorno in Italia, al momento, appare molto complicato. Si era parlato anche di Milan, squadra in cui militava nelle giovanili, ma è molto probabile che, il Diavolo, debba ripiegare su altri profili per il post Pioli.

Oltre all’articolo: “La melodia di De Zerbi incanta il Real: la mossa del Brighton”, leggi anche:

  1. Barrenechea: “Juve a gennaio? No, resto qui. Soulè, invece…”
  2. Mercato Fiorentina, da Samardzic a Laurientè: ambizioni alte
Articolo precedenteGrosso, rottura con i giocatori causa l’esonero: la ricostruzione
Articolo successivoBayern Monaco, rimandato l’assalto a Maignan: Neuer ha rinnovato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui