Tensione, agitazione e adrenalina, ma alla fine la Lazio avvia ufficialmente il suo campionato e conquista i suoi primi 3 punti stagionali. Frosinone battuto 1-0, decide una marcatura di Luis Alberto ad inizio ripresa.

[df-subtitle]Cronaca[/df-subtitle]

Parte subito forte la Lazio, pronti via a e gol annullato al sergente Milinkovic. Molto propositivo il talento serbo, che accende assieme a Luis Alberto la fantasia biancoceleste. Era questa la risposta che chiedeva il pubblico laziale: la Lazio gioca, attacca e infila diverse volte la difesa ciociara. Palo di testa di Parolo, errore madornale di Milinkovic al termine di un doppio fantastico scambio con Immobile, e gol divorato proprio dal bomber napoletano su assist al bacio di Lulic. Il Frosinone non rinuncia ad attaccare e affida la fase offensiva ai piedi di Camillo Ciano: buone traiettorie, buone trame, buoni calci piazzati. Il primo tempo si chiude in parità.

Nel secondo tempo la Lazio capisce che deve segnare per non far spazientare ulteriormente l’Olimpico. Pronti via e segna Luis Alberto. Mischia in area ciociara, battuta del fantasista spagnolo, biancocelesti avanti. La Lazio prova a chiuderla ma non riesce a trovare il guizzo giusto, nemmeno con Acerbi che non trova la coordinazione giusta solissimo al centro dell’area avversaria. Sale la tensione perchè i padroni di casa non chiudono la partita, di pari passo cresce la fiducia tra l’undici di Longo. Diverse occasioni nel finale, ma l’assalto finale si chiude con un nulla di fatto per il rammarico dei 3000 frusinati al seguito. Finisce così, Inzaghi e l’Olimpico tirano un sospiro di sollievo.

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic (37′ st Murgia), Lulic; Luis Alberto (45′ st Badelj); Immobile (40′ st Caicedo). A disp.: Proto, Guerrieri, Patric, Bastos, Basta, Caceres, Cataldi, Durmisi, Correa. All.: Inzaghi.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Brighenti, Salamon, Capuano; Zampano (26′ st Ghiglione), Chibsah,Maiello, Cassata (37′ st Soddimo), Molinaro; Ciano, Perica (26′ st Ardaiz). A disp.: Bardi, Ariaudo, Goldaniga, Beghetto, Krajnc, Crisetig, Besea, Matarese, Pinamonti. All.: Longo.

ARBITRO: Calvarese di Teramo

MARCATORI: 4′ st Luis Alberto (L)

NOTE: Ammoniti: Parolo (L); Brighenti, Ghiglione (F). Calci d’angolo: 7-6. Recupero: 2′ pt, 4′ st.

Articolo precedentePremier League: Lukaku salva Mourinho, Tottenham sconfitto dal Watford
Articolo successivoBundesliga, quante sorprese: pari casalingo del Lipsia, Schalke ancora KO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui