A partire dalla stagione 2024-2025, la Champions League cambierà la sua forma. Tante le novità introdotte dalla UEFA, il cui Comitato Esecutivo, ha approvato oggi quella che sarà la nuova versione della massima competizione continentale.

LA CHAMPIONS LEAGUE CAMBIA FORMA NEL 2024: TUTTE LE NOVITA’

Vediamo nel dettaglio quali sono le principali novità del nuovo format.

Si comincia dalle squadre partecipanti, non più 32 ma 36. Di conseguenza addio alla canonica fase a gironi. Tutte le squadre parteciperanno infatti ad una sorta di piccolo campionato, in cui avranno a disposizione otto partite garantite contro otto squadre diverse, quattro in casa e quattro in trasferta.

Al termine di questo “campionato”, le prime otto squadre classificate accederanno alla fase ad eliminazione diretta. Le squadre posizionate invece dalla nona alla ventiquattresima posizione disputeranno gli spareggi in due gare per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale.

LA CHAMPIONS LEAGUE CAMBIA FORMA NEL 2024: LE QUATTRO SQUADRE IN PIU’

Vista l’aggiunta di quattro squadre partecipanti, la UEFA ha spiegato nella sua nota ufficiale, i criteri di assegnazione di questi posti aggiuntivi:

• Un posto andrà al club classificato terzo nel campionato alla quinta posizione del ranking UEFA.

• Un posto andrà a una squadra campione nazionale, estendendo da quattro a cinque il numero dei club classificati secondo la via nota come “Champions Path”, il percorso dei campioni.

Gli utlimi due posti andranno alle leghe con le migliori prestazioni collettive da parte dei propri club  nella stagione precedente in Champions League, basate secondo il numero totale di punti ottenuti, divisi per il numero dei club partecipanti. Queste due leghe guadagneranno un posto per il club con la miglior posizione in campionato fuori dalle posizioni che garantiscono la qualificazione per la Champions League. Per esempio, alla fine della stagione attuale, guadagnerebbero un posto in Champions League la Federazione inglese e quella olandese.

 

Inoltre: Cambiamenti di formato simili verranno applicati anche alla UEFA Europa League (8 partite nella fase di campionato) e alla UEFA Europa Conference League (6 partite nella fase a campionato) ed entrambe includeranno anche 36 squadre nella fase di campionato.

 

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteNapoli, Osimhen corteggiato dalla Premier: duello tra Newcastle e United
Articolo successivoJuventus-Inter, Allegri: “Lucidità, pazienza, serenità. Finale torta, non ciliegina”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui