A ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Marek Kozminski, vice presidente della Federazione calcio polacca.

Queste le sue parole.

Come sta il calcio polacco? Innanzitutto è fermo, come tutta l’Europa e quasi tutto il mondo. Dal 12 Marzo: il campionato è fermo a tutti i livelli. Eravamo in corso di preparazione degli Europei, piuttosto fiduciosi, ma siamo stati colti di sorpresa dalla pandemia. Ci siamo fermati ed abbiamo prolungato il contratto con il nostro CT della Nazionale; speriamo di arrivare in forma l’anno prossimo. Tutte queste sono questioni da mettere da parte adesso, stiamo tutti lottando contro un grande problema sanitario; di conseguenza lo sport passa in secondo piano.

[df-subtitle]KOZMINSKI MILIK[/df-subtitle]

Milik alla Juventus? Purtroppo per il Napoli, la scelta è già stata fatta. Qualche settimana fa si parlava dell’incontro tra presidente e l’entourage del giocatore e non è andato a buon fine. Secondo voci di mercato, il giocatore ha deciso di cambiare aria. Se farà bene…lo spero. Per la Polonia è un giocatore importante, ha grandissime qualità ed è ancora giovane; ha tutta la strada davanti. Nell’ultimo anno, in Nazionale, ha trovato poco spazio; è stato spesso messo da parte dall’allenatore non per la qualità, ma per le doti tecniche-tattiche, visto che giochiamo con Lewandowski.

Sì, si sta parlando della Juventus negli ultimi giorni; ma si parlava anche di un accordo praticamente fatto con lo Schalke 04 – sottolinea Kozminski – il ragazzo sicuramente ha mercato. Non costa tantissimo, ha fatto parecchi gol, è giovane ed è un nome importante sul palcoscenico europeo. Mi auguro che rimanga in Italia perché conosce già il campionato si è già ambientato; e poi la Juve è la Juve, inutile nasconderlo.

[df-subtitle]KOZMINSKI ZIELINSKI[/df-subtitle]

Zielinski? Piotr è un altro tipo di ragazzo, molto più tranquillo, dolce, un ragazzino. E’ stato parecchio discusso come persona, che non è ancora maturo; secondo me fa benissimo a prolungare il contratto al Napoli. C’è stato un tira e molla continuo che non faceva bene né a lui né alla società. Finalmente si legge che siamo in dirittura d’arrivo ed il contratto è già stato firmato; ha bisogno di avere la testa libera – precisa Kozminski – e questa sicurezza gli farà bene. Ha bisogno di essere supportato dall’allenatore e dalla squadra per esprimersi al meglio ed un prolungamento di contratto può dargli ulteriore spinta.

Gattuso al Napoli? Credo che per tutti i calciatori la figura dell’allenatore che sostiene un giocatore; che gli da fiducia; che piace alla squadra, con feeling, è una cosa fondamentale. Quando si ha questa sicurezza  un giocatore si esprime al meglio. Zielinski prima di lui era un po’ turbato, adesso è completamente diverso; ad inizio marzo era un’altra persona: è rinato”.

Articolo precedenteSuazo: “Cagliari la mia vita, futuro da allenatore. All’Inter competizione alta, mi è mancato…”
Articolo successivoEmre Can, stoccata a Sarri: “Non mi ha mai dato una possibilità”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui