[df-subtitle]Koulibaly, la Procura Figc: “Inter-Napoli era da sospendere”[/df-subtitle]

 

Il giorno dopo il brutto episodio di San Siro, è intervenuto il procuratore della Figc, Giuseppe Pecoraro. “Per me Inter-Napoli andava sospesa per i cori razzisti verso Koulibaly, e infatti gli uomini della Procura hanno segnalato ai funzionari dell’ordine pubblico e al quarto uomo che la squadra partenopea chiedeva lo stop”, ha detto all’Ansa.

“La decisione non spetta a noi ma all’ordine pubblico d’intesa con l’arbitro. Per quel che ci riguarda, è in corso la comunicazione dell’accaduto al giudice sportivo”, ha aggiunto Pecoraro. Adesso l’Inter rischia grosso anche perché già lo scorso novembre era stata multata per cori di discriminazione territoriale proprio contro i napoletani.

[df-subtitle]NICCHI: “GLI ARBITRI FANNO QUELLO CHE DEVONO”[/df-subtitle]

“Cori razzisti? Non abbiamo niente da dire, c’è già tanta gente che parla a sproposito”. Così Marcello Nicchi, presidente dell’Aia, è intervenuto all’indomani degli episodi di razzismo durante Inter-Napoli e sulla richiesta di sospendere la gara da parte del tecnico azzurro Carlo Ancelotti. “Tutto quello che c’è da fare noi lo facciamo”, ha aggiunto a Lapresse il capo degli arbitri italiani. Sulle parole del procuratore federale Pecoraro, secondo cui la partita andava sospesa Nicchi ha replicato: “Lui faccia il procuratore, l’arbitro e gli addetti all’ordine pubblico fanno quello che devono fare”.

Articolo precedenteMilan, 3 nomi se salta Gattuso. Ma chi decide?
Articolo successivoTifoso morto, il Questore: “Stop trasferte interisti e curva chiusa sino al 31 marzo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui