KLUIVERT ROMA – Intervistato da “Algemeen Dagblad“, Justin Kluivert, oggi al Lipsia, è tornato sul suo addio all’Ajax nell’estate 2018 per approdare alla Roma.

Così l’ala olandese: “Nella mia prima stagione ho giocato parecchio. Nella seconda ho fatto meno, ma ho segnato sette volte, anche se nella mia ultima stagione in Eredivisie ne feci dieci. Dopo lo stop del campionato ho giocato molto meno. Con il cambio di modulo è diventato difficile. Mi sono detto che era tempo di fare un passo avanti. Non volevo vivere un’altra stagione così e ho preferito rischiare altrove. Rimanendo all’Ajax avrei giocato di più. Ma in Italia ho imparato tanto“.

ROMA KLUIVERT

KLUIVERT ROMA – Prosegue: “Non sono andato via per colpa di Fonseca. Al tecnico ho spiegato che non stava andando come mi aspettavo: ci siamo fatti gli auguri a vicenda, mi ha detto di tenere la testa alta perché vede delle qualità in me. Non ho un cattivo rapporto con lui. Il periodo di quarantena non mi ha fatto bene, ma ora sono in un club dove posso mostrare le mie qualità. Sono di nuovo in forma,  posso fare bene. Il Lipsia è un passo ideale per la mia carriera, penso che un attaccante come me possa cavarsela meglio nel campionato tedesco che in quello italiano“.

Articolo precedenteRoma Mayoral Coronavirus: “L’ho avuto in estate. Adesso ho gli anticorpi”
Articolo successivoUdinese Okaka: “Non ho chiesto di andare al Fenerbahce, contro il Genoa…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui