[df-subtitle]Justin Kluivert, figlio d’arte, dopo l’ottimo impatto con il campionato italiano è finito un po’ nel dimenticatoio rimediando anche qualche tribuna. Escluso anche dalle convocazioni della nazionale maggiore olandese è stato intervistato da Fox Sport [/df-subtitle]

Queste le sue parole trascritte da corrieregiallorosso.com:

“Sto crescendo tanto, non posso lamentarmi. C’è chi dice che non ce la farò ad emergere, ma io io fiducia in me stesso e sono pronto a dimostrare tutto. Prima di tutto devo assicurarmi di non finire più in tribuna. Sono sicuro che non accadrà più. Ho ben chiaro di come voler proseguire il mio percorso. È facile passare da “grande talento” a giocatore che non può farcela, ma non c’è problema. Sta a me dimostrare il contrario. Spero che il mio momento arrivi presto. Mi alleno duramente. Onestamente preferisco giocare dall’inizio e magari partite intere, ma con il Viktoria Plzen ho fatto bene e non vedo l’ora di farlo più spesso”.

Il taglio dalle convocazioni con la nazionale maggiore olandese è un po’ un problema, ma anche giocare nell’Under 21 è bello“.

Infine, un pensiero all’amico Nouri, cui ha dedicato il suo primo gol in giallorosso in Champions League contro il Viktoria Plzen: “Era da tempo che volevo farlo, ci pensavo da un po’. Sono molto legato a lui, e volevo dimostrarlo. Mi è venuta la pelle d’oca quando tutto lo stadio ha applaudito, dopo aver mostrato la maglia”.

Articolo precedenteBentancur, la Juventus vuole togliere la clausola e dice no all’Atletico
Articolo successivoBarcelona: occhi puntati su De Ligt

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui