Kim Napoli: il grande exploit del centrale sudcoreano sta riscuotendo interesse nei più grandi club europei

Kim Min-Jae può esser considerato, al pari di Kvaratskhelia, la più grande scommessa sul mercato vinta con largo anticipo da Giuntoli. Il difensore sudcoreano, a breve, raggiungerà i compagni per continuare a coltivare il sogno Tricolore in seguito alll’avventura vissuta con la propria Nazionale in Qatar.

Dopo aver raccolto la pesantissima eredità lasciata da Kalidou Koulibaly nel reparto difensivo partenopeo, ha immediatamente conquistato tutto il popolo azzurro e la retroguardia difensiva di Spalletti. Pedina inamovibile dello scacchiere del tecnico di Certaldo sin dal primo scacco matto rifilato al Verona, Kim ha già totalizzato venti presenze in maglia azzurra in questo scorcio di stagione, mettendo anche a referto due reti.

Un rendimento che non poteva certamente passare inosservato ai radar dei più grandi club europei, pronti a sfidarsi a suon di milioni a partire dalla prossima sessione estiva di mercato. La clausola risolutoria inserita nel contratto del gigante sudcoreano, stabilita alla cifra di 45 milioni di euro, potrebbe rappresentare un grande affare per i maggiori club europei. Sono Manchester United e Real Madrid, secondo quanto riportato dal quotidiano britannico The Mirror, le due società iscritte alla corsa per il centrale classe 1996, giunto nel Golfo in estate per la cifra di 18 milioni di euro.

Forte di un lungo contratto scadente nel giugno 2025 e con la ferrea volontà di giungere ad un accordo con l’entourage quanto prima per prolungarne ulteriormente il rapporto, il Napoli tenterà di resistere all’assalto delle big. Un ideale assedio nella metà campo partenopea già affrontato da Spalletti, il quale, mediante dichiarazioni riportate dal ritiro napoletano, avrebbe già rispedito la palla nella metà campo avversaria. L’intenzione, infatti, è quella di difendere il futuro azzurro di Kim, respingendo qualsiasi assalto proveniente dall’estero.

Articolo precedenteCristiano Ronaldo, è davvero la fine di un’epoca?
Articolo successivoCristiano Ronaldo, delusione mondiale: “Non molto da dire, per ora”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui