spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus, Rabiot si presenta: "Momento giusto per arrivare, qui grazie a Buffon"

Juventus, Rabiot si presenta: “Momento giusto per arrivare, qui grazie a Buffon”

-

JUVENTUS RABIOT – E’ terminata la prima conferenza stampa di Adrien Rabiot da giocatore della Juventus. Una conferenza iniziata e finita in italiano con due semplici frasi (“Buongiorno a tutti” e “Grazie a tutti”) che lasciano intravedere tutta la felicità e l’emozione del nuovo acquisto bianconero. Ecco le sue parole.

JUVENTUS RABIOT – Sulla scelta di venire in Italia e su Buffon: “Ho avuto contatti con la Juve in precedenza, ma era un altro momento della mia vita. Ora è il momento giusto. Ho parlato molto con Gigi, mi ha dato tanti consigli. Conosce benissimo la Juve e la sua opinione ha contato molto. Mi ha detto che se volevo andare oltre nella mia carriera, avrei dovuto fare uno-due anni alla Juventus. Ho preso molto sul serio questo consiglio, lo ascolto perché ha una grande esperienza e con lui mi sono trovato molto bene anche dal punto di vista personale”.

Sulla trattativa con la Juve: “Tutto si è concretizzato in breve tempo, poco tempo fa. I grandi ex francesi? La Juve ha una grande storia con i francesi e spero di poter contribuire anch’io”.

Sul ruolo e numero di maglia: “Ho giocato tanti anni in Francia, la mia determinazione è la stessa ora che sono in Serie A. Lavorerò duro. Sono un centrocampista sinistro, mi piace giocare a tre in quella posizione ma mi adatto. Il numero? Continuerò con il mio 25”.

Sulla madre-agente Veronique: “Lei è il mio agente nel mondo del calcio, la sua opinione è normale che conti per me. La relazione mamma-figlio è un’altra cosa”.

Sul Psg: “La mia esperienza con il PSG è alle spalle, speravo finisse meglio ma è andata così. Ora sono concentrato su questa avventura. La Juve è un grande club, arriva spesso nelle ultime fasi della Champions anche se non vince da tanto. Rispetto al PSG è un passo avanti nella mia carriera”.

Su Matuidi: “Blaise lo conosco da tempo ma non è l’unico centrocampista della rosa della Juve: è un mio amico, ma in campo è diverso e giocherò con tutti con la stessa determinazione”.

Su Sarri: “Non ho avuto occasione di parlare con Sarri, ma l’ambiente Juve mi ha fatto subito un’ottima impressione. Sarri è un grande l’allenatore, la Juve ha fatto un’ottima scelta con lui”.

Su Cristiano Ronaldo: “Ho avuto la possibilità di crescere giocando con dei fuoriclasse, che mi hanno aiutato a migliorare. Cristiano Ronaldo è un grande campione e anche lui ha avuto un peso nella mia decisione così come gli altri campioni nella rosa”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Napoli, senti Rrhamani: “ho un sogno che è lo stesso di...

0
Napoli, senti Rrhamani - Amir Rrhamani, difensore del Napoli e rivelazione di questa prima parte di campionato ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni de "Il...