spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus-Lazio, Allegri: "Contro la Lazio non voglio cali di tensione. Ronaldo è...

Juventus-Lazio, Allegri: “Contro la Lazio non voglio cali di tensione. Ronaldo è un trascinatore”

-

[df-subtitle]Alla vigilia di Juventus-Lazio, queste la parole di Massimiliano Allegri in conferenza[/df-subtitle]Dopo il complicato esordio contro il Chievo a Verona, domani nel tardo pomeriggio la squadra di Massimiliano Allegri sarà impegnata contro la Lazio, squadra che lo scorso anno in più di un’occasione si rivelò autentica bestia nera per i sette volte campioni d’Italia, battendola sia nella finale di Supercoppa italiana sia in campionato a Torino, proprio nelle prime giornate di campionato grazie alla doppietta di Ciro Immobile, uno degli osservati speciali domani. Nella Juventus ci sarà l’esordio attesissimo di Cristiano Ronaldo nel suo nuovo stadio e un ritorno, altrettanto atteso, del figlio prodigo: Leonardo Bonucci. Queste le parole pochi minuti fa in conferenza stampa, di Allegri:

Su Bonucci:

“Sì allena bene, con passione e dedizione ed è tornato con grande entusiasmo: va rispettato.”

Su Ronaldo:

“Un campione, un trascinatore che ha fatto della cultura del lavoro l’arma per diventare quello che è. Più giocherà e più migliorerà l’intesa con i suoi compagni ai quali dico che: Ronaldo ha tirato sei volte contro il Chievo prendendo quasi sempre la porta, dovranno stare più attenti alle ribattute. Il suo entusiasmo ha alzato ulteriormente l’asticella di questa squadra. “

Sul modulo:

“Non ho ancora scelto chi giocherà e come, con la rosa a disposizione cambieremo spesso durante l’anno.”

Dybala e Mandzukic:

“Chi gioca lo deciderò dopo, possono giocare entrambi o solo uno.”

A centrocampo:

“Devo fare delle scelte, Matuidi ci ha raggiunti da poco e devo decidere se giocherà titolare o meno. Lui è un giocatore importante, ha fatto tanti gol l’anno scorso e ne ha sbagliati anche diversi. Ho diverse scelte: Emre Can, Khedira, Pjanic, lo stesso Bentancur che ha fatto un ottimo Mondiale. Ovvio che se giochiamo a tre c’è più spazio per tutti.”

Cancelo e Alex Sandro:

“Cancelo è un terzino a tutti gli effetti, Alex Sandro deve lavorare ancora e credere più in se stesso.”

Bernardeschi:

“Dove lo metto sta. Ha grande entusiasmo, è migliorato ulteriormente e migliorerà ancora. Mi fido di lui.”

Un pensiero anche per il Fantacalcio e i rigoristi:

“Nello spogliatoio c’è scritto Ronaldo e Dybala.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Kean, il fratello: “I due gol alla Lazio una goduria, Sarri...

0
Giovanni Kean, fratello di Moise, ha parlato dell'attaccante della Juventus in un'intervista concessa a "Tuttosport". Il classe 2000, nonostante sia stato spesso criticato, ha...