JUVENTUS INTER – Fortunato chi ci capisce qualcosa. Nel caos di questi giorni, in giornate in cui l’Italia vive un dramma senza precedenti e che ancora non ha toccato il suo apice, né economico, né sociale, né sanitario, si discute e si litiga sulle partite di calcio. Italia, paese di santi, poeti, navigatori, e… appassionati di fútbol, come lo avrebbe chiamato il grande Osvaldo Soriano.

E quindi oggi confermi, domani rimandi, poi si gioca a porte chiuse, no anzi forse è meglio che sospendiamo il campionato, no ma giochiamo a porte aperte lunedì, no anzi forse in questo momento la Lega pare stia decidendo in una riunione, come riportato da gazzetta.it, di giocare domenica sera, ovviamente a porte chiuse.

Quello che filtra nel decreto che verrà annunciato nelle prossime ore e che il campionato dovrebbe riprendere “regolarmente”. Se di regolarità si può parlare in un momento in cui l’attenzione dovrebbe essere tutta sulla salute pubblica e non sul pallone.

Dovrebbe riprendere, però, a porte chiuse. E nonostante in un primo momento l’Inter sembrava potesse rifiutare l’ipotesi di recuperare Juve Inter prima di Inter Sampdoria, filtra un certo ottimismo trapelato dalle parole di Marotta: “Ci atterremo alle scelte prese”.

Chi ci capisce qualcosa è bravo, a noi interessa solo che in questo momento venga presa una decisione e che quella sia. Chiediamo tanto? Forse troppo. In un momento di caos che non coinvolge solo Juventus Inter, ma l’intera nazione, sarebbe opportuno lavorare solo facendosi guidare dal buon senso.

Articolo precedenteInter, Zhang: “La salute pubblica prima di tutto, non bisogna scherzare”
Articolo successivoUFFICIALE: Napoli Inter rinviata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui