spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus, ecco Spinazzola: le sue prime parole da bianconero

Juventus, ecco Spinazzola: le sue prime parole da bianconero

-

Dopo Emre Can, Cancelo, Perin e Caldara oggi è stato il turno della presentazione di Leonardo Spinazzola, già primavera Juventus e ritornato in bianconero dopo le ottime annate all’ Atalanta. L’ultima stagione è stata in chiaroscuro, prima le incomprensioni estive sul mercato (il giocatore pareva volesse tornare subito alla juve che invece ha rispettato l’accordo che lo avrebbe rivisto in bianconero solo dal 2018/19) e poi il grave infortunio al crociato che lo hanno messo ai box per qualche mese.
Ecco le dichiarazioni principali di uno Spinazzola visibilmente emozionato, nella presentazione avvenuta oggi nella sala stampa dell’Allianz Stadium:

Sull’infortunio e sul rientro:

“Il recupero procede bene, ho fatto la visita dal dottor Mariani a inizio settimana, ora bisogna aspettare con pazienza e fiducia. Credo che potrò essere in campo tra ottobre e novembre, ma ripeto non bisogna avere fretta e aspettare con fiducia il giorno in cui potrò rimettermi a disposizione per i primi allenamenti.”

Posizione preferita:

“Mi trovo meglio a sinistra dove ho sempre giocato. Ma sono sempre a disposizione del Mister qual’ora mi dovesse chiedere di giocare anche a destra.”

Sul Borussia al quale è stato accostato:

“Voci che non mi interessano, io volevo solo la Juventus.”

Su Allegri e i suoi compagni di squadra:

“Il Mister lo avevo già conosciuto in ritiro tempo fa, alcuni compagni invece li conosco grazie alla Nazionale.”

Sull’Atalanta

“Ringrazio la squadra e Gasperini perché se sono arrivato qui, lo devo anche a loro.”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Torino, se non arriva Nandez l’obiettivo è Ricci: c’è l’accordo con...

0
TORINO RICCI - Dopo aver sfoltito il centrocampo, con le cessioni di Rincon alla Sampdoria, e quella in dirittura d'arrivo di Baselli verso il Cagliari, il Torino deve...