spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus: ecco le cessioni ruolo per ruolo

Juventus: ecco le cessioni ruolo per ruolo

-

JUVENTUS CESSIONI RUOLO – La Juventus dopo aver comprato tanto – e bene – si muove con le cessioni. Sarri è stato chiaro, e ha fatto sapere dal giorno del suo insediamento, quali sono i giocatori che non fanno parte del suo progetto. Allo stesso tempo, però, la Juventus deve fare quadrare i bilanci e chiede all’allenatore toscano di saper unire l’utile e adattarsi il più possibile alla rosa anche in caso di cessioni pesanti.

Difesa: cessione Cancelo? De Sciglio resta alla Juventus come jolly nel ruolo di difensore

Joao Cancelo va, Joao Cancelo resta. Un tira e molla continuo, ma il portoghese intanto è ancora in bianconero e gioca da titolare tutta la partita contro il Tottenham. Ma Paratici è stato chiaro con Sarri: Cancelo se ne andrà. Sarri oltretutto, sembra parecchio soddisfatto dall’approccio del tanto criticato De Sciglio, il quale resta un jolly importante capace di giocare sia a destra che a sinistra.
Il mercato dunque, si fa anche soprattutto con cessioni e plusvalenze e alla Juventus in questo sono abili. In questa chiave è da leggere il quasi certo addio di Demiral che proprio come Caldara lo scorso anno, non appena viene preso dalla Juventus, saluta per finire in rossonero. Almeno questa volta al Milan dovrebbe arrivare un giocatore integro. In chiave difesa, dunque, se dovessero essere confermati gli addii di Cancelo e Demiral, in entrata la Juventus dovrebbe rimanere così, anche se nelle scorse settimane si era parlato di un clamoroso ritorno: Dani Alves, subito smentito. Senza dimenticare che è forte la voglia di Sarry di giocare con Cuadrado in quel ruolo. In porta, invece, Perin dopo i problemi con il Benfica, potrebbe a sorpresa finire al Monaco.

Centrocampo: reparto completo, ma si cerca Pogba. prima c’è da smaltire gli esuberi

A centrocampo invece, i movimenti più importanti. Detto di Pjanic che sarà il fulcro del gioco e della voglia di prendere Pogba, la Juventus vuole completare il reparto restando con Ramsey, Rabiot, Betancur ed Emre Can oltre al bosniaco e al francese del Manchester United. In uscita dunque: Matuidi e Khedira. Entrambi fuori dal progetto. Il francese piace al PSG che lo accoglierebbe a braccia aperte e al Manchester United, oltre che al Wolverhampton. Più complicata la cessione di Khedira che da mesi piace a diversi club americani e asiatici, ma al momento lui non vorrebbe lasciare il calcio europeo. La Juventus, oltretutto, a centrocampo avrebbe la possibilità di adattare giocatori molto duttili. Pellegrini, Bernardeschi o lo stesso Cuadrado, autentico jolly tappabuchi della rosa bianconera. Se davvero la Juventus vuole Pogba, c’è da smaltire in mezzo.

Attacco: Higuain o Dybala fuori. Mandzukic piace al Milan

In attacco le cose non sono messe meglio. Tanti nomi per ruoli contati. Ronaldo è il titolare certo, Bernardeschi il jolly offensivo e del quale pare che Sarri si sia già innamorato per duttilità, capacità tecniche e voglia. Se Douglas Costa si giocherà con ogni probabilità le sua chance (dovesse fallire occhio a gennaio), due tra Manduzkic, Dybala e Higuain sono in partenza. Se non tutti e tre, dovesse restare Kean. Higuain piace alla Roma, ma paradossalmente piace anche a Sarri. Dybala ha un’offerta importante dal PSG che la Juventus potrebbe accettare nelle prossime settimane. Mandzukic interesserebbe al Milan, che ne farebbe il fulcro dell’attacco. Kean negli scorsi giorni avrebbe detto sì all’offerta dell’Everton, ma il calciomercato è un organismo in divenire che ogni giorno cambia idea. Dovessero uscire Higuain e Manduzkic, Kean potrebbe restare a giocarsi tante chance con la maglia bianconera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Lotito Kent mercato

Lazio, Lotito: “Ogni valutazione rimandata a giugno”

0
Lazio Lotito - Annata complicata per la Lazio: dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, la squadra è stata affidata al nuovo tecnico Igor Tudor....