spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus Chiellini Champions: "Voglio vincerla. L'importante è dare il massimo"

Juventus Chiellini Champions: “Voglio vincerla. L’importante è dare il massimo”

-

JUVENTUS CHIELLINI CHAMPIONS – Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini si è raccontato a 360° ai microfoni di JTV.

JUVENTUS CHIELLINI CHAMPIONS – Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni.

L’INFORTUNIO – “Ho ricominciato ad allenarmi, per ora faccio tanta palestra. Da quando ho tolto le stampelle è cambiato tutto, almeno ora posso fare una vita normale senza fastidi e senza impedimenti.

Questo infortunio lo sto vivendo come una sfida per poi dimostrare che si può dare ancora tanto e godermi gli ultimi momenti di questa carriera. Devo ammettere che gli ultimi anni me li sto proprio godendo.

Un po’ la maturità, un po’ i traguardi, le 500 partite con la Juve, la fascia da capitano della Juve, le 100 partite da capitano della Nazionale. Sono momenti storici”.

JUVENTUS – “Non ho giocato in tanti club e sono fortunato, perché poi ora è la quindicesima stagione qui; è vero che non è facile starci ed è pure merito tuo. Ma bisogna avere la fortuna di trovare un ambiente che ti permette di stare 15 anni in un posto; e crescere anno dopo anno in una società ambiziosa e sempre al vertice. Se sei al meglio non cerchi altro.

Alle vittorie non ci si abitua mai ed è sempre un bel ricordo che ti dà energia per trovare nuovi stimoli per tornare a vincere. La società è in continua evoluzione; per chi come me è qui da tanto tempo è un piacere vedere tutta la struttura della Juventus che anno dopo anno va avanti in continuo miglioramento”.

PRESENTE E FUTURO – “Vorrei vincere la stella di Scudetti, poi possibilmente la Champions e l’Europeo. Se capitasse anche solo una di queste tre cose sarei molto contento. Se non capiterà sarò contento lo stesso.

Credo che l’importante sia dare il massimo, in questo modo uno non avrà rimpianti. Poi chiaro, potessi rigiocherei tante partite, ma fa parte della vita, non solo del calcio.

Da quel punto di vista non ho rimpianti, sono contento di quello che sto facendo. Ho ancora un paio di anni per vivermi delle sfide. Questo infortunio lo sto vivendo come una sfida; voglio dimostrare che si può dare ancora tanto e godermi gli ultimi momenti di questa carriera.

Devo ammettere che gli ultimi anni me li sto proprio godendo. Un po’ la maturità, un po’ i traguardi, le 500 partite con la Juve, la fascia da capitano della Juve, le 100 partite da capitano della Nazionale. Sono momenti storici.

Alla fine le partite ogni 100 con la Juve sono sempre speciali. Peccato che alla 600 non ci arriviamo sicuro, non ce la posso fare… ma sono state belle e speciali. Quando me lo dissero prima di Juve-Atletico sapevo che lo sarebbe stata”.

Cristiano Abbruzzese
Cristiano Abbruzzesehttps://www.europacalcio.it
Giornalista pubblicista dal luglio 2012, è il direttore di EuropaCalcio.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Roma, Zaniolo non si allenerà per un mese per disagio psicologico

0
Continua a far rumore in casa Roma il caso Zaniolo. L'attaccante giallorosso, pur essendo stato inserito nella lista UEFA, resterà fuori rosa e lontano...