spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus cessioni: chi resta e chi va

Juventus cessioni: chi resta e chi va

-

JUVENTUS – CESSIONI Dopo gli arrivi di Ramsey, Pellegrini, Rabiot e il ritorno di Buffon, a Torino si inizia a lavorare sul mercato in uscita.

Portieri

Sul fronte portieri, l’arrivo di Buffon è praticamente un invito a Perin a lasciare la Juventus. Il giocatore pare non convinca pienamente dal punto di vista della tenuta fisica. C’era stato tempo fa un abbozzo d’idea con la Roma, sull’asse che aveva già portato allo scambio Pellegrini-SPinazzola, ma qualcosa non ha convinto la dirigenza giallorossa. Perin resta comunque giocatore molto appetibile non solo in Serie A e vorrebbe accettare una squadra di fascia medio alta per potersi anche giocare le sue chance in ottica euro 2020. Vista la concorrenza sempre maggiore tra i pali della Nazionale, dopo una stagione difficile come quella appena passata, non sarà facile.

Difensori

Si parlava di Bonucci in uscita, ma al momento è tutto fermo. Il giocatore piace a Sarri e, in attesa di chiudere con l’Ajax per De Ligt, visto che Chiellini non garantisce dal punto di vista fisico un’intera stagione da titolare, Bonucci resterà dov’è. Stesso discorso per Rugani, pupillo del tecnico toscano. Sulle fasce invece, partito Spinazzola e da provare Pellegrini, tutto fermo anche attorno a Cancelo. L’esterno destro portoghese che qualche settimana fa sembrava in procinto di partire per l’Inghilterra, ha tanti estimatori in giro per il mondo. Al momento però resta a Torino, pur se le voci attorno a lui lo vedono più fuori che dentro.

Centrocampisti

La zona nevralgica di ogni formazione e mai come quest’anno in casa Juventus anche quella destinata ai cambiamenti maggiori. A fronte dei due arrivi e di un terzo possibile (Marchisio? Pogba? Milinkovic Savic? Ma occhio anche all’asse Madrid-Torino dovesse Pogba finire in Spagna), Khedira e Matuidi hanno da tempo le valigie in mano. Se il tedesco ormai da tempo non fa più parte dei programmi bianconeri, il nome di Matuidi in uscita è forse quello che rimbalza più di frequente nelle ultime ore. Il giocatore difficilmente rientra nei piani di gioco di Sarri. Per Khedira sono tante le offerte, ma da campionati decisamente minori come Stati Uniti e persino dal Giappone, Matuidi invece piace sia in Inghilterra (Manchester United e Wolverhampton) che in Spagna, anche se a Parigi non escludono un suo ritorno.

Attaccanti

Per le cessioni della Juventus in attacco, invece? Manduzkic è in partenza, come lo è anche Higuain, ma occhio perché l’argentino si starebbe impuntando per rimanere a ogni costo. A un ingaggio importante e un peso dentro lo spogliatoio notevole: molto difficile piazzare l’ex attaccante di Real Madrid e Napoli. E dovesse restare davvero “El pipita”? Il sacrificato nel reparto offensivo potrebbe essere Kean. Con l’addio di Allegri dalla panchina juventina e l’arrivo di Sarri, salgono invece le quotazioni di Dybala che potrebbe beneficiare delle idee di calcio del tecnico toscano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Eintracht, Hauge ai saluti: il norvegese andrà al Gent in prestito

0
Dopo solo una stagione, Jens Petter Hauge è pronto a salutare l'Eintracht Francoforte. L'ex Milan e Bodo/Glimt, come riporta SPORT1, si trasferirà in Belgio...