spot_img
HomeSerieAJuventusJuventus, Bernardeschi: "Ronaldo è il più forte del mondo, con Allegri grande...

Juventus, Bernardeschi: “Ronaldo è il più forte del mondo, con Allegri grande rapporto”

-

[df-subtitle]Bernardeschi: “Paulo Sousa un giorno mi ha detto: investi su te stesso ogni giorno, ogni minuto non deve passare senza che tu non faccia qualcosa per migliorarti”[/df-subtitle]

Uno dei giocatori del momento in casa Juventus è Federico Bernardeschi. L’esterno offensivo è artefice di ottime prestazioni che gli stanno valendo una presenza sempre più costante all’interno della squadra di Massimiliano Allegri. L’ex Fiorentina, arrivato a Torino nell’estate 2017, è stato intervistato da “Tuttosport“.

Queste alcune delle sue dichiarazioni: “Qui un ragazzo intelligente può diventare uomo se capisce che ha tutto a disposizione per migliorarsi come persona e come atleta. Paulo Sousa un giorno mi ha detto: investi su te stesso ogni giorno, ogni minuto non deve passare senza che tu non faccia qualcosa per migliorarti“.

Su Ronaldo: “Personalmente l’ho ritenuto sempre il più forte del mondo, ho sempre preferito lui a Messi. Quello che ho scoperto è che è anche una persona eccezionale: un ragazzo umile e con un straordinaria positività, che trasmette a tutto l’ambiente, è contagiosa: è in questo che lo preferisco a Messi. Ricordo la finale dell’Europeo in cui dovette uscire per infortunio a metà primo tempo: in panchina faceva l’allenatore aggiunto, non ha smesso di incitare un attimo i suoi . La Juve sul piano della mentalità vincente era già una società eccezionale, senza niente da imparare da nessuno, ma l’arrivo di Cristiano ha portato qualcosa in più. Basta pensare all’espulsione di Valencia: il fatto che uno h vinto 5 Palloni d’Oro, cinque Champions e tutto il resto si metta a piangere perché è stato espulso la dice lunga sulla sua passione. Sono andato a dirgli di stare tranquillo, che è il più forte del mondo, perché non volevo vederlo piangere: non se lo meritava perché quell’espulsione era stata realmente ingiusta“.

Su Allegri: “Con il mister ho un bellissimo rapporto. Ieri mi ha tirato un po’ le orecchie perché non ho passato due palloni nel secondo tempo… Mi trovo molto bene con lui. Quando si arrabbia si fa sentire e capire, anche se col toscano gli stranieri faticano un po’, ma usa anche l’inglese“.

Infine: “I miei modelli? Mi piaceva un sacco Shevchenko, poi i numeri 10 italiani, da Baggio a Del Piero, Totti… era bello vederli giocare. Ed era bello vedere giocare Toni, Mutu, Jovetic quando facevo il raccattapalle a Firenze“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Pioli

Milan-Liverpool, Pioli: “Noi forti, loro fortissimi. Gli infortuni…”

0
Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions League contro il Liverpool, ultima partita del girone. Le sue dichiarazioni...