Juve intervista Bernardeschi: “Serve continuità. Con Pirlo ottimo rapporto.”

JUVE INTERVISTA BERNARDESCHI – Reduce da diverse ottime recenti prestazioni, sia con la Juve che con la NazionaleFederico Bernardeschi ha parlato ai microfoni di Sky Sport alla vigilia della trasferta bianconera a Benevento. Tanti i temi toccati dall’ex viola nell’intervista, dalla lotta scudetto al rapporto con Pirlo, fino alla notizia della morte di Maradona. Bernardeschi, inoltre, spiega anche come alla Juventus serva ora continuità per non lasciare altri punti per strada e rimanere aggrappati alla vetta della classifica. Su questo aspetto, il giocatore bianconero dice:

“È quello che ci permette di trovare fiducia e i meccanismi necessari per una grandissima stagione che sicuramente andremo a fare. Queste ultime due vittorie con un po’ di difficoltà, ma con un bel gioco e mostrando lo spirito della squadra e del mister, sono veramente importanti: qualificazione in Champions League e segnale al campionato. Ora serve continuità nel lavoro, anche se in questo periodo c’è poco tempo tra una partita e l’altra. Però abbiamo partite importanti davanti e vogliamo vincerle tutte.”

JUVE INTERVISTA BERNARDESCHI – Di Pirlo e degli obiettivi personali, Bernardeschi parla così:

“Con lui ho un bellissimo rapporto di sincerità e fiducia. Lui si è calato molto bene in questo ruolo, è stato un fuoriclasse abituato a gestire spogliatoi anche quando giocava e questo l’ha facilitato molto. Lo si vede nel rapporto con noi giocatori: è davvero un rapporto di gestione a 360 gradi. Ti parla molto e spiega molto le cose, ed è fondamentale in uno spogliatoio come quello della Juve.”

“Ogni stagione è una storia a sé, ogni stagione va vissuta e giocata con tanto sacrificio, passione, umiltà e determinazione. Queste sono le cose principali che ogni giocatore deve portar dentro, aiutando così la squadra, i compagni, lo staff tecnico e di conseguenza la società.”

JUVE INTERVISTA BERNARDESCHI – LOTTA SCUDETTO E MARADONA

Sul match di domani contro il Benevento, Bernardeschi ci tiene a non abbassare la guardia:

“Una trasferta tostissima, non è facile andare a giocare là contro di loro, sono una ‘piccola’ ma hanno le idee ben chiare, lo si è visto in questo inizio di campionato. Bisognerà essere pronti e andare in campo da Juventus, senza sottovalutare la partita, e tutto verrà più facile.”

E sull’interessante lotta scudetto, l’ex Fiorentina risponde così:

“Questa stagione è più particolare. Un po’ come gli ultimi mesi dello scorso campionato, ci sono ritmi frenetici: ogni due giorni si gioca, chi h competizioni europee non si ferma mai, viaggia continuamente. Questo fa accumulare stanchezza e stress. Questo campionato va gestito in maniera molto particolare, a 360 gradi curando maggiormente tutti i dettagli che di solito si possono trascurare. In questo periodo invece va curato ogni minimo dettaglio, così secondo me puoi fare la differenza. Quest’anno ci sono tante squadre forti, ma lo scudetto ce l’abbiamo ancora noi sul petto, e lotteremo e combatteremo per averlo pure il prossimo.”

JUVE INTERVISTA BERNARDESCHI – Infine, un commento sulla tragica notizia della scomparsa di Maradona:

“Ieri se n’è andato il più forte di tutti i tempi, secondo me Maradona rappresentava il calcio e questo ha fatto sì che tutti gli appassionati di calcio ne risentano. Se n’è andato un bel pezzo di storia. Tutti abbiamo visto i video di Diego e quelli che ci ricordiamo di più sono quelli che gli hanno permesso di vincere il Mondiale, sono stati eccezionali. Ma al di là di quello, tutto il significato che stava dietro a lui è molto importante. Saranno giorni tristi per tutti quelli che amano il calcio e la magia di Maradona”

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

TUTTE LE PARTITE DI OGGI

KINDLE GRATIS