La doppietta nel Superclasico contro il Boca Juniors sembra aver consacrato Julian Alvarez nel calcio che conta. Classe 2000, l’attaccante del River Plate sarebbe entrato nel mirino di alcuni club europei, tra cui ci sarebbero anche Milan e Inter.

Ecco quanto riportato da Calciomercato.com:

“Il Milan ci ha messo gli occhi addosso da tempo, andando più in là di un semplice sondaggio esplorativo, ma fermandosi di fronte alla richiesta di 25 milioni di euro, cifra presenta sulla clausola, fatta dal River Plate. River Plate che se lo gode, visto che con una doppietta ha deciso la sfida delle sfide, l’eterno match contro il Boca Juniors, risultando decisivo nel 2-1 finale. Julian Alvarez, ora con l’Argentina di Scaloni, continua a crescere. E addosso, ora, non ha solo gli occhi del Milan. 

Sul classe 2001 di Calchìn ci sono Bayer Leverkusen, Tottenham, Ajax, Real Madrid, Siviglia e Borussia Dortmund. Più un altro club italiano: l’Inter. In un mercato in cui i nerazzurri, nel tempo, hanno pescato tanto e bene, quello argentino, il club meneghino ha fatto un primo sondaggio per il 9 della Banda, che ora viene valutato meno rispetto al valore della clausola. Per strapparlo al club in cui è cresciuto, infatti, bastano 20 milioni, in quanto il contratto è in scadenza nel dicembre 2022. Quasi un’occasione. E l’Inter è pronta a sfidare il Milan.

 

LEGGI ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Rinnovi Milan: la situazione di Kessié, Romagnoli e Kjaer
  2. Nazionale, parla Chiellini: “Da italiano mi sono vergognato per l’episodio di razzismo su Koulibaly”
  3. Serie B, intervista Lucca: “Mi ispiro a Ibrahimovic e Haaland. Mancini? Felice delle sue parole”
  4. Agente Lautaro Martinez sul rinnovo: “Siamo sulla strada giusta”
  5. Juve rinnovo Dybala, ci siamo: manca sempre meno alla firma
  6. Mercato Roma Zakaria resta il primo nome per la mediana. La situazione
  7. Fiorentina rinnovo Vlahovic Commisso: “Rifiutata la proposta avanzata dalla società”
Articolo precedenteItalia-Spagna, Mancini nel post: “Peccato, certi errori non si possono fare”
Articolo successivoComunicato Barcellona: “A marzo club tecnicamente fallito, debiti per 1,35 miliardi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui