Juan Miranda, terzino spagnolo da tempo sui taccuini del Milan, avrebbe definito l’accordo per cifre e durata del contratto coi rossoneri

È stato uno dei temi più trattati nella sessione estiva condotta dal Milan, al pari della ricerca del mediano a protezione della difesa e quella del centravanti designato a cui affidare le chiavi per scardinare le porte avversarie. Alla fine, tra un addio troppo posticipato di Ballo-Tourè, la cui decisione di trasferirsi in Premier League è giunta nelle ultime ore, il Diavolo non è riuscito a colmare una lacuna rimasta ben definita nelle scelte di Pioli sulla sinistra.

L’avvio di stagione non esaltante di Theo Hernandez, la cui squalifica con la Juventus ha portato all’adattamento di Florenzi sulla linea mancina, complice l’infortunio e l’inesperienza del Primavera, Bartesaghi, non consente al Mister di vagliare una scelta ben indirizzata sul versante. La dirigenza rossonera, ben consapevole di ciò, avrebbe anticipato i tempi e, secondo quanto riportato da calciomercato.com, definito i termini contrattuali con colui che sarà designato a vice del laterale francese: Juan Miranda.

L’ex terzino della cantera del Barcellona, classe 2000, è presente da tempo sui taccuino del tandem composto da Moncada e Furlani, tanto da rappresentare la prima scelta per l’immediato futuro. L’intenzione, infatti, sarebbe quella di chiudere l’operazione già a gennaio, con il Real Betis chiaramente alle corde per via del contratto in scadenza del terzino spagnolo fissato per giugno. Potrebbero essere sufficienti, dunque, tre milioni di euro per finalizzare una trattativa impostata da tempo. Miranda, dal canto suo, avrebbe già trovato l’accordo per stringere il proprio patto col Diavolo sulla base di un quinquennale.

Oltre all’articolo: “Juan Miranda-Milan per cinque anni: Real Betis alle corde”, leggi anche:

  1. Inter: Tiago Djalo, dall’operazione Leao al nerazzurro nel 2024
  2. Newcastle, ecco il sostituto di Tonali
  3. Scommesse, Tonali patteggia: ecco la durata della squalifica
  4. Vicario racconta la Premier League
Articolo precedente“Hey Jude”: l’assolo di Bellingham stende il Barcellona degli Stones
Articolo successivoCagliari-Frosinone 4-3, Ranieri: “Cuore immenso”. Di Francesco: “Inspiegabile”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui