[df-subtitle]Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, ha rilasciato un’intervista a Il Corriere dello Sport[/df-subtitle]

Su Moise Kean –E’ un altro pronto a esplodere. Nella Juve, ovviamente, non ha spazio. Ma se va a giocare, siamo di fronte ad un attaccante di razza. Simile a Balotelli? Sì, in qualcosa ricorda anche Mario nei colpi ma c’è una differenza da non sottovalutare: io ho fatto giocare Balotelli a 17 anni nell’Inter e lui ha segnato gol decisivi, gol da scudetto. A 19-20 anni aveva un centinaio di presenze in Serie A. Difficilmente Kean può fare adesso questa esperienza, però io ci credo tanto“.

Possibile futuro bianconero – “Nella vita mai dire mai davanti a niente. Ma non è questo il momento di sognare. L’Italia, per me, è un punto di arrivo“.

Su Cristiano Ronaldo – “Fa la differenza in campo e fuori. Dedito totalmente al suo lavoro, fa crescere anche gli altri. Voi guardate i gol, io la sostanza: CR7 è di un altro pianeta. Il suo arrivo in Italia mi ha sorpreso“.

Bonucci e Chiellini – “I miei Ronaldo. Giorgio è impressionante. Un difensore implacabile e un uomo vero: in mezzo a tanti giovani, è un elemento decisivo“.

Articolo precedenteDalla Francia: Fabregas vicino al Monaco
Articolo successivoJuventus, idea Mbappé davvero possibile!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui