ITALIA MANCINI EUROPEI – Intervistato da “90^ Minuto”, programma sportivo in onda su Rai 2, il CT dell’Italia Roberto Mancini ha detto la sua circa la difficile situazione legata al Coronavirus e al sempre più probabile slittamento degli Europei.

Così il tecnico ex Inter e Zenit: “Dovevamo fermare il calcio prima? Non ci aspettavamo una cosa così pazzesca, ma l’importante è averlo fatto, peraltro anche prima degli altri Paesi. Speriamo che questa emergenza possa finire presto.

Si può capire che i ragazzi facciano fatica a stare in casa in questo momento, perché facciamo fatica noi. E’ stata una settimana difficile, ce ne saranno altre, ma dobbiamo restare a casa. Posso immaginare chi sta perdendo i propri cari: la speranza è che le cose migliorino di settimana in settimana“.

ITALIA MANCINI EUROPEI – Poi: “Rinvio o slittamento di Euro2020? Mi adatto a tutto, va tutto bene. Oggi la cosa più importante è tutelare le persone che sono in ospedale: non possiamo perdere vite umane in questo modo. Avremo vinto l’Europeo quest’anno, se ci sarà un rinvio vinceremo il prossimo anno. Martedì c’è una riunione dell’Uefa e sapremo meglio le cose e magari anche come andrà a finire questa stagione, se decideranno di rinviare l’Europeo o meno.

Io penso che si debba superare il picco dell’emergenza, poi parleremo del resto. Ora dobbiamo tutelare la salute dei giocatori: decideremo più avanti, si può farlo anche ad aprile, quando sarà tutto più bello“.

Infine: “Europeo a novembre come test per il Mondiale del 2022? Noi siamo pronti a ogni soluzione, purché finisca questo strazio del virus. Questo è il momento peggiore, nel quale non possiamo far niente. Quando torneremo in campo sarà tutto molto più bello perché ritroveremo la libertà e potremo tornare allo stadio a vedere le partite e divertirci: riusciremo a fare qualcosa in più, ne sono certo. E se l’Europeo dovesse essere rinviato di un anno, molti nostri giocatori avrebbero un anno di esperienza in più per migliorare.

Zaniolo? Lo avremmo aspettato fino a maggio, perché è un giocatore importante per la nazionale, ma non avremmo forzato niente perché non sarebbe stato giusto. Ora vediamo come andrà la sua ripresa“.

Articolo precedenteSampdoria Colley: “Io e la mia famiglia salvi dal Coronavirus”
Articolo successivoDe Roon Atalanta Gasperini: “Vuole sempre vincere, conosce le qualità dei suoi calciatori”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui