Il ct dell’Italia Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta degli azzurri nella Finalissima contro l’Argentina. L’albiceleste si è imposta con un secco 3-0 sul prato di Wembley, grazie alle reti di Lautaro, Di Maria e Dybala.

ITALIA, MANCINI: “DOPO QUESTA PARTITA CAMBIEREMO, BISOGNERA’ LAVORARE BENE”

Le parole di Mancini: “Cosa rappresenta questa partita? Rappresenta una partita non vinta, ma alla quale siamo arrivati vincendo l’Europeo e dopo tre anni e mezzo di imbattibilità. Rappresenta comunque un bel momento della nostra carriera”.

Sui prossimi cambiamenti: “Io devo dire solo grazie a tutti questi ragazzi che hanno giocato in questi 4 anni, c’è grande dispiacere per la non qualificazione al Mondiale. Stasera la partita è stata equilibrata fino allo 0-1, poi hanno meritato. I nostri ragazzi hanno speso anche tanto negli ultimi due anni e ora sono anche un po’ stanco. Volevamo cambiare dopo questa partita e lo faremo”.

Sulla partita: “Il primo tempo è stato equilibrato, i loro gol nel primo tempo sono arrivati da errori nostri che non possiamo commettere mai. Avevamo palla noi e l’abbiamo persa, sul secondo ci siamo fatti superare a metà campo. Dallo 0-2 è diventato tutto più difficile perché l’Argentina ha giocatori incredibili che sanno gestire il pallone. Ora dobbiamo lavorare molto e impegnarci, sapendo che non sarà semplice”.

Sul futuro: “Lascerò qualcuno in vacanza perché se lo merita e deve recuperare rispetto a quanto ha fatto in questi due anni. Dopo l’Europeo abbiamo fatto una grande fatica a far gol e dobbiamo trovare soluzioni in questo senso, dobbiamo essere veloci e non sarà semplice mettere una squadra che ci dia soddisfazioni a breve tempo. Bisognerà lavorare bene e sbagliare il meno possibile”.

Sulla ricostruzione: “Può essere più difficile perché abbiamo ragazzi giovani e alcuni non giocano nemmeno in Serie A. Però nella squadra di stasera ci sono giocatori che saranno importanti e dopo aver ripreso forza torneranno a giocare bene come hanno sempre fatto”.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteMertens-Lazio, affare non impossibile ma la priorità è il Napoli
Articolo successivoPanchina Cremonese, Alvini il prescelto ma il Perugia vuole un indennizzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui