Italia Europei – Ormai manca veramente poco: sabato sera l’Italia di Luciano Spalletti debutterà contro l’Albania nei Campionati Europei. Il girone si preannuncia difficile e le opinioni sul valore effettivo di questa nazionale sono diverse e contrastanti, quindi cosa dobbiamo aspettarci da questa Nazionale?

Reparto difensivo – Le gerarchie in porta sembrano definite: Donnarumma il titolare indiscusso (e capitano), Vicario il suo vice più che affidabile e Meret come terzo portiere. In difesa domina il blocco interista con Bastoni, Darmian e Dimarco ma non solo: Bellanova ha stupito in questa stagione e si è guadagnato sul campo la convocazione così come il suo compagno di squadra Buongiorno. Calafiori è stata una delle rivelazioni del campionato e farà meritatamente parte della spedizione azzurra, Di Lorenzo giocherà in mezzo alle tante voci di mercato che lo vedono distante da Napoli, Cambiaso e Mancini sono stati costanti per tutta la stagione e Gatti completerà il reparto a causa delle assenze di Acerbi e Scalvini. Date le caratteristiche di diversi calciatori Spalletti potrà decidere se schierare la difesa a 3 o a 4 in relazione all’avversario: un dettaglio da non sottovalutare.

Italia, cosa ci dobbiamo aspettare dagli Azzurri agli Europei?

Centrocampo – In mezzo al campo pare tutto delineato: Barella è inamovibile, Pellegrini con la numero 10 e Frattesi sembrano pronti ad alternarsi. Davanti alla difesa Jorginho e Cristante si contendono il posto pur con caratteristiche diverse mentre la convocazione che ha suscitato più polemiche è quella di Fagioli: appena rientrato dalla squalifica per scommesse saprà dare il proprio contributo quando chiamato in causa, il talento non manca certamente. La vera sorpresa è Michael Folorunsho, il quale ha disputato un’ottima stagione a Verona mettendo in mostra doti balistiche importanti (guardare il gol contro la Juventus per credere).

Reparto avanzato – Uno dei grandi problemi negli ultimi anni era la mancanza di un attaccante vero dato che Immobile non riusciva a replicare le prestazioni e i numerosi gol messi a segno con la Lazio. Il problema sembra risolto: nella seconda parte di stagione Scamacca è stato semplicemente impressionante e senza dubbi guiderà l’attacco degli azzurri. Dopo essere stato uno degli uomini-simbolo dell’Europeo vinto tre anni fa Federico Chiesa è pronto a trascinare gli azzurri, Raspadori sarà un jolly prezioso mentre Retegui metterà in campo grinta quando sarà chiamato in causa. Infine Zaccagni: ha avuto diversi problemi fisici in questa stagione, ma il suo talento non è in discussione e potrà mostrare le proprie doti.

LEGGI ANCHE:

  1. Sesko, mercato già chiuso prima dell’Europeo: rinnovo con il Lipsia
  2. UFFICIALE Norimberga, Klose è il nuovo allenatore
  3. Inter, nuovo assalto per Dybala?
Articolo precedenteLazio-Baroni, ora è ufficiale: parte la sfida biancoceleste per il toscano
Articolo successivoDouglas Luiz, la Juventus pronta a battere il primo colpo: McKennie e Iling Jr…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui