Italia convocati Mancini: out Balotelli; Castrovilli prima convocazione

Italia convocati Mancini: out Balotelli; Castrovilli prima convocazione

ITALIA CONVOCATI MANCINI – Ci sono alcune novità nella lista dei convocati di Roberto Mancini per i match contro Bosnia e Armenia. Prima assoluta per il difensore del Brescia Andrea Cistana; per il centrocampista della Fiorentina Gaetano Castrovilli e per l’attaccante del Bologna Riccardo Orsolini. Out Mario Balotelli. Ritornano in Nazionale il centrocampista dell’Udinese Rolando Mandragora e l’attaccante del Sassuolo Domenico Berardi.

Il commissario tecnico Roberto Mancini ha convocato 29 giocatori, che si raduneranno lunedì 11 novembre presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano.

ITALIA CONVOCATI MANCINI

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Pierluigi Gollini (Atalanta), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino).

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Andrea Cistana (Brescia), Giovanni Di Lorenzo (Napoli); Emerson Palmieri (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Armando Izzo (Torino), Gianluca Mancini (Roma), Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Roma).

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea); Rolando Mandragora (Udinese), Marco Verratti (Paris Saint Germain), Nicolò Zaniolo (Roma).

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina); Stephan El Shaarawy (Shangai Shenhua), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Riccardo Orsolini (Bologna).

Un girone da record – Dopo anni di delusioni cocenti, la Nazionale pare aver imboccato la strada giusta. Vestita di un insolito verde, i ragazzi di guidati da Mancini hanno staccato il pass per Euro 2020; grazie alla vittoria per 2-0 ai danni della Grecia. La vittoria ottenuta contro gli ellenici, arrivata al termine di una partita giocata non bene dagli azzurri, ha dimostrato la forza caratteriale degli azzurri.

Dalla fallimentare Nation League ai sogni di vittoria- La strada di Bonucci e compagni parte da lontano, dalla fallimentare Nation League. Il ruolino dice: 1 vittoria, 2 pareggi ed una sconfitta nel girone contro Polonia Portogallo. Ma è proprio durante il torneo per nazionali che Mancini ha avuto la possibilità di provare i primi esperimenti.

Le 10 vittorie in 16 panchine del Mancio, non sono frutto del caso; dopo qualche ostracismo iniziale, le idee del tecnico jesino hanno convinto tutti, per primi i suoi giocatori. Alla base ci sono lo stile di gioco coraggioso e offensivo, difesa  molto avanzata, pressing altissimo e palleggio sfiancante.

L’Italia ad Euro 2020- Mancini ha così convinto tutti, anche i più scettici; con i giovani è possibile fare bene e sognare di vincere la competizione europea. Saranno proprio gli azzurri ad inaugurare la prima edizione itinerante della competizione europea; l’appuntamento è per il 12 giugno allo stadio Olimpico. A noi tifosi non resta che attendere.

Dopo la vittoria di Roma con la Grecia che è valsa la qualificazione ad Euro 2020 qualche giorno fa; grazie alle reti di Bernardeschi, Romagnoli, El Shaarawy e Andrea Belotti; altri tre punti per l’Italia del mister Roberto Mancini che vogliono dire ottava vittoria di fila; e 24 punti nel girone di qualificazione ad Euro 2020. Per Mancini, nona vittoria consecutiva ed eguagliato il record di Vittorio Pozzo che reggeva dal 1938/1939.

Un gruppo che sta bene, si diverte e continua a lavorare in grande armonia; fornendo buone prove e risultati. Il percorso di crescita degli azzurri passerà poi inevitabilmente da alti e bassi; e da test contro avversari di maggiore caratura.

ITALIA MANCINI RINNOVO – Come riporta calciomercato.comRoberto Mancini e l’Italia continueranno insieme almeno fino al 2022. Il rinnovo automatico è scattato sabato sera contro la Grecia, partita con cui la Nazionale si è guadagnata matematicamente il pass per Euro2020. Il rinnovo, come infatti è avvenuto, sarebbe scattato automaticamente in caso di qualificazione alla fase finale degli Europei; ma Mancini aveva una clausola che prevedeva la possibilità di liberarsi a pass ottenuto. Ovviamente non la eserciterà.

Mancini non la eserciterà per un semplice motivo: crede in questa nazionale e, soprattutto, i giocatori credono in lui. Sono consapevoli dell’ottimo percorso fatto finora. Il ct sa di aver rivitalizzato un ambiente depresso e lo ha fatto attraverso il gioco; e i giovani lanciati, da Barella e Donnarumma, passando per Pellegrini. Quindi avanti con lui fino ai mondiali in Qatar.

ITALIA MANCINI RINNOVO – Un pass, come dicevamo, conquistato sabato sera nella sfida dell’Olimpico contro la Grecia. Proprio quell’Olimpico che ospiterà le prime gare della manifestazione azzurra la prossima estate. Il Mancio ci crede, confida nel suo nuovo blocco azzurro e guarda con interesse ai giovani talenti che sbocciano in Serie A; da Tonali a Castrovilli, nuove linfe per il mister, sperando di rivivere altre notti magiche come quelle di Italia ’90.

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Mercato Napoli, dalla Spagna: Fabian Ruiz incontra il Real Madrid
  2. Allan Edoardo De Laurentiis, sms di pace? Intanto il patron studia una megamulta…
  3. Mercato Inter: Giroud, Kulusevski e non solo per gennaio
  4. Napoli Ancelotti De Laurentiis ora devono restare uniti. Insigne fa da paciere. Serve tranquillità
  5. Inter, ecco il perchè dello sfogo di Conte: avrebbe voluto Dzeko o Llorente e Vidal
  6. Milan, Cutrone al Daily Mail: “Messo nelle condizioni di andarmene…”

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

Cristiano Abbruzzese
Cristiano Abbruzzese 6377 posts

Giornalista pubblicista dal luglio 2012, è il direttore di EuropaCalcio.it.

View all posts by this author →

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply