Nicolò Barella, centrocampista offensivo del Cagliari convocato da Roberto Mancini per gli impegni della Nazionale, ha parlato oggi in conferenza stampa mentre si avvicina il primo impegno contro la Finlandia. Queste le sue parole:

Sicuramente sono una squadra compatta, grande fisicità, bravi sulle palle inattive e aspettano i nostri errori per ripartire“.

Le consegne di Mancini:Il mister ci chiede di recuperare palla nella metà campo avversaria perché siamo più vicini per ripartenza o per fare gol. Ultimamente lo abbiamo fatto bene, ci lascia tranquilli in campo, ci lascia divertire e far giocare a calcio, quello che dobbiamo fare”.

Barella parla bene del clima in casa Italia:Fuori siamo un mix di giovani e grandi, ci troviamo bene, andiamo tutti d’accordo“.

Il centrocampo azzurro:Verratti e Jorginho due grandi campioni, devo fare più lavoro fra le linee e loro impostare, questo mi dà più libertà, poi do tutto, non sono uno che sta fermo“.

Una domanda di mercato sulle attenzioni nei suoi confronti: “Non ho mai parlato di mercato con la società, avevo preso l’impegno di restare a Cagliari tuta la stagione e l’ho mantenuto. DI queste cose si occupano il mio procuratore e il Presidente, io penso a fare il meglio. Sicuramente le voci mi fanno piacere, vuol dire che sto lavorando bene ma il mio pensiero è arrivare il prima possibile alla salvezza con il Cagliari e fare ancora meglio di quello che sto facendo. Non so quale sarà il mio futuro“.

Articolo precedenteJuventus, arriva l’ok dai medici: Khedira è pronto per tornare in campo
Articolo successivoInter, l’ag. di Skriniar: “Quest’estate il Real proverà a portarlo a Madrid”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui