INTERVISTA SAELEMAEKERS – Intervenuto in esclusiva ai microfoni di “DAZN“, Alexis Saelemaekers ha parlato di questa sua terza stagione con la maglia del Milan.

Così l’ala belga: “Per me il calcio è un gioco all’inizio: la gente e i tifosi che vengono allo stadio vengono anche per queste cose, un tunnel è una cosa che fa sempre piacere vedere. Quindi sì, penso che sia importante diversirsi in campo, ma bisogna anche essere professionisti e ascoltare il mister“.

INTERVISTA SAELEMAEKERS

INTERVISTA SAELEMAEKERS – Prosegue: “In cosa devo migliorare? Devo far più goal:sto migliorando ogni settimana su quello, so che è importante per aiutare la squadra. Io devo far goal. Cassano diceva ‘preferisco più fare assist che fare goal’, anche a me piace servire assist, ma capisco anche che se posso fare entrambe le cose è ancora meglio. 

Perché ho il 56? Perché è stata la mia prima maglia che ho indossato all’Anderlecht, e penso che mi abbia portato fortuna. Sono molto scaramantico: se c’è qualcosa che penso che funziona la faccio sempre. Non so se l’avete già visto, ma quando entro in campo faccio due salti sul piede destro e poi un piccolo salto con entrambi i piedi“.

Infine: “Se qualcuno mi dicesse ‘tra cinque anni un giocatore di questa rosa del Milan vincerà il Pallone d’Oro” scommetterei su Maldini o Leao, perché sono fenomeni. Mi piace tanto vederli giocare: chi conosce il calcio sa che hanno tante qualità, magari non sono ancora nel miglior momento della loro vita calcistica, ma tra poco diventeranno ancora più forti. Perché non io? Non posso mai dire di essere più forte di un altro: non mi piace parlare di me stesso. Preferisco che siano gli altri a parlare“.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteNapoli su Szalai: Yerry Mina difficile, piace l’ungherese del Fenerbahce
Articolo successivoInter, agente Eriksen: “Giocherà ancora, in Italia impossibile perché…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui