Il Presidente del Barcellona Joan Laporta ha parlato del prossimo mercato blaugrana in un’intervista rilasciata a Mundo Deportivo.

INTERVISTA LAPORTA: “MBAPPE’ E HAALAND? DAREMO LA PRIORITA’ AL CLUB”

Queste le sue parole: “Qui tutti sono liberi di lanciare messaggi e proclami e sappiamo già che questo fa parte del mondo del calcio, che i grandi club sono interessati ai grandi giocatori. Ma non ho intenzione di entrare, e devi permettermi di non farlo, per parlare di giocatori perché se lo faccio l’unica cosa che posso fare è danneggiare gli interessi del nostro club. Se parliamo di un giocatore e avessimo intenzione di ingaggiarlo, aumenteremmo il prezzo. Né con questo giocatore né con altri voglio commentare questioni perché danneggerebbe gli interessi del club. La segreteria tecnica e la direzione sportiva stanno lavorando per migliorare la nostra rosa, che sta migliorando sempre di più, siamo sempre più soddisfatti. Voglio che si capisca chiaramente che diamo la priorità alla squadra sopra ogni altra cosa, una squadra rafforzata in ogni sua linea e quello a cui non partecipiamo è crescere giocatori o cercare giocatori che siano più della squadra. Quello che vogliamo rafforzare è la squadra che abbiamo che gioca sulla base di un vero sistema Barça. Il club pensa che questo sia ciò di cui ha bisogno la squadra, questo stile genuino che per me è la chiave di tutto ed è quello che dobbiamo fare, una squadra che può giocare questo sistema con giocatori di grande talento”.

INTERVISTA LAPORTA: “NESSUNA OPERAZIONE CHE METTA IL CLUB A RISCHIO”

Su Mbappè: “Penso che questo faccia parte dello Show Business del calcio, non ho niente da dire al riguardo”.

Su Haaland: “Non parlerò di giocatori nello specifico, ma posso dirvi che non effettueremo nessuna operazione che metta a rischio il club. È stata una massima che abbiamo seguito da quando sono tornato presidente, ci è capitato in varie circostanze e continueremo con questa filosofia e questo criterio, per non mettere a rischio la società con operazioni che, anche se fossimo già in salute, lo saremmo. Quindi si può parlare di giocatori, operazioni da big money in cui il Barça non perderà la testa. I soci siano sereni perché non perderemo la testa per un’operazione di queste dimensioni. La maggior parte dei giocatori vuole venire al Barça, gli piace il club, la squadra, la nostra filosofia, il nostro modo di lavorare, di intendere il calcio. E questo è un bene, lo stiamo verificando in molti casi e quotidianamente. Dovranno adattarsi ai livelli salariali del Barça e a una struttura economica dell’operazione che mantenga la sostenibilità e l’equilibrio del club”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteRoma, senti Shomurodov: “Basta panchina, altrimenti vado via”
Articolo successivoMercato Inter, Atletico Madrid e Bayern Monaco su Lautaro e Dumfries

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui