INTERVISTA KEANGiovanni Kean, il fratello di Moise Kean, ha commentato a Radio Bianconera la prestazione coronata da un goal di testa, dell’attaccante del Psg: “Lui ha una grande freddezza, ieri dopo la partita gli ho chiesto se si rendeva conto del fatto che aveva sfidato Messi. Lui ha minimizzato, dicendo che aveva solo fatto un gol”. 

INTERVISTA AL FRATELLO DI KEAN

“Secondo me gli è servito tantissimo andare all’estero, è maturato a livello umano e calcistico. Trasferirsi così giovane da solo non è mai facile. Lui ad ambientarsi con le persone non ha problemi, forse è stato più difficile cambiare stile di vita, cultura, crescere in fretta sotto certi aspetti.”

INTERVISTA KEAN – “Gli abbiamo consigliato di mantenere l’umiltà che ha, di non montarsi la testa e di impegnarsi. La Juventus è stata una seconda casa per lui, lo ha cresciuto e lo ha formato. È diventato quello che è anche grazie alla Juve. In parte non concordo nemmeno io con la decisione di cedere mio fratello, ma alla fine gli è servito”.

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteMarco Bellinazzo in esclusiva a EC: “Per tornare a crescere al calcio serviranno tre anni”
Articolo successivoCagliari, Di Francesco: “Torino equilibrato, abbiamo bisogno di sostegno e positività”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui