Sassuolo, intervista Carnevali: “L’operazione Locatelli poteva saltare, mi deve ancora una cena…”

Negli ultimi anni il Sassuolo sta forgiando dei giovani talenti del nostro calcio, tra i quali sicuramente Locatelli e Raspadori, campioni d’Europa con Mancini, e anche Scamacca. Oggi, il direttore sportivo Giovanni Carnevali ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport, in cui ha parlato soprattutto di loro.

SASSUOLO, INTERVISTA A CARNEVALI SU LOCATELLI, RASPADORI E SCAMACCA

Queste le sue parole, riportate da okcalciomercato.it, riguardo alla trattativa Locatelli con la Juventus:

“E’ stata la più lunga da quando sono al Sassuolo, non la più difficile. La trattativa più complicata è stata quella con Lotito per la cessione di Acerbi alla Lazio. Detto questo, con la Juventus abbiamo sfiorato più volte la rottura. Poi per fortuna siamo riusciti a trovare un ottimo accordo per tutti. I bianconeri hanno compiuto uno sforzo importante per venire incontro alle nostre richieste”.

Poi, risponde a chi pensa che il Sassuolo abbia “regalato” un campione d’Europa ai bianconeri, visto che l’iniziale prestito biennale è gratuito:

“Chi sostiene questa tesi probabilmente è poco competente di contratti. Noi incasseremo quanto volevamo. Siamo soddisfatti noi e lo sono la Juventus e Locatelli, che ha sempre voluto soltanto i bianconeri”.

Su come saluterà il centrocampista:

“Lo abbraccerò. E gli ricorderò che mi deve ancora una cena…Quando questa estate ho comunicato a Manuel, in trepida attesa, che finalmente avevamo raggiunto l’accordo con la Juventus, lui mi ha detto: “Direttore, le devo una cena”. La mia risposta? “Manuel, te la cavi con poco…”. L’idea è quella di andare a mangiare la pizza nello stesso ristorante di Milano dove ci siamo incontrati per caso la prima volta, quando giocava ancora nel Milan“.

Poi, un augurio:

“A Sassuolo ci auguriamo tutti che Manuel faccia bene: restiamo sempre legati ai nostri ragazzi. Mi sembrava già molto forte da noi, Locatelli, però alla Juventus mi pare sia cresciuto ulteriormente”.

Intervista Carnevali

Sui bonus:

“Ci sono, per noi l’importante è che Manuel giochi tanto… Ma se segna non esulto, io festeggio soltanto i gol del Sassuolo“.

Infine, spazio a Scamacca e Raspadori:

“È vero, con Marotta ho parlato di entrambi. Con Cherubini no, almeno per ora. Sicuramente a gennaio non si muovono. In estate vedremo. Il principio è lo stesso: noi siamo pronti a vendere i nostri gioielli alle big, ma soltanto se le offerte sono soddisfacenti. Esattamente come è successo con Locatelli. Lucca al Sassuolo? Penso che per noi ormai sia tardi. Non si possono comprare tutti: noi in avanti abbiamo già Scamacca, Raspadori, Berardi, Boga…”.

LEGGI ANCHE, PER ESEMPIO:

Covid, Milan: Brahim Diaz torna negativo. Oggi il primo allenamento per il 10

Juventus-Sassuolo, Allegri: “Gara da vincere, ci sarà bisogno del pubblico. Dybala-Chiesa titolari”

Bologna, Barrow: “Voglio la doppia cifra. Su Arnautovic e Mihajlovic…”

Articolo precedenteCovid, Milan: Brahim Diaz torna negativo. Oggi il primo allenamento per il 10
Articolo successivoRoma, agente Diawara: “Inspiegabile l’esclusione. Credo che Mourinho…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui