INTERVISTA BAGGIO – In un’ intervista a la Repubblica, nel magazine Venerdì, Roberto Baggio ci racconta della sua personalità con varie considerazioni:

Mettiamoci d’accordo: quelli che senza pallone si sentono appagati e felici sono dei falliti? Lasciare il calcio mi ha ridato vita e ossigeno. Spacco la legna, uso il trattore e la sera sono così stanco che mi gira la testa. Sono a contatto con la natura, che è la cosa più bella. Poi, faccio dei lavori che mi danno soddisfazioni. Mi accontento delle cose più piccole, che alla fine sono anche le più belle. La semplicità che mi ha sempre contraddistinto è stata apprezzata dalla gente”.

INTERVISTA AL DIVIN CODINO ROBY BAGGIO

Maradona e Rossi sono due campioni a cui tutti eravamo legati, due esempi importanti nel calcio. Hanno segnato epoche e hanno fatto la storia del calcio mondiale. Ho avuto la fortuna di averli come amici”.

Poi:Il calcio senza il pubblico è tristissimo. Al di là della qualità delle partite, senza il tifoso è veramente triste. Vorrei che la gente dal film su di me capisse le difficoltà affrontate, l’importanza di arrivare alla fine del percorso ed essere soddisfatti di quanto fatto.

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteLiverpool su Konate: Sarà il francese il rinforzo per la difesa di Klopp
Articolo successivoInter, Lukaku: “Insieme con Conte apriamo un ciclo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui