INTER VERONA – Dall’inviato a Milano –

Prima della sosta per gli impegni delle Nazionali, ultima gara di questo tour de force per l’Inter che dopo campionato e Champions League, ritorna alla Serie A ospitando un Hellas Verona in salute.

Partita in equilibrio dove nei primi dieci minuti sono due le occasioni, una per parte, Salcedo e Lautaro, entrambe parate dai portieri.

Al 17′, si distende bene il Verona che riparte con tanti uomini, Zaccagni viene toccato da Handanovic ed é calcio di rigore: sul dischetto Verre che trasforma per l’1-0 gialloblú.

L’Inter riparte con pazienza e attorno al 25′ infiamma il pubblico con due grandi occasioni per Lukaku: la prima é una zampata respinta da Silvestri, la seconda un diagonale in area di poco fuori. Poco dopo, palla di poco alta sul tiro di Marcelo Brozovic.

Si vedono gli sforzi dell’Inter ma in numerose circostanze, il Verona sembra più tonico: al 37′, Brozovic prova dalla distanza, deviazione del portiere in angolo. Prima dell’intervallo, occasione pazzesca con Vecino ma la tecnologia avvisa l’arbitro che si tratta di “non goal”.

Nel secondo tempo, spinta offensiva dei ragazzi di Conte ma numerose conclusioni murate e opportunità sprecate nell’ultimo passaggio: scaligeri che possono pungere solo in ripartenza ma Handanovic é ancora più spettatore rispetto alla prima parte di gara.

Il piú pericoloso é ancora Romelu Lukaku che cerca di prendersi la squadra sulle spalle ma al 65′ Matias Vecino, spesso risolutivo trova di testa il meritato 1-1.

Serie infinita di occasioni per l’Inter per uno scatenato Conte in panchina fino al gran gol dalla distanza di Nicoló Barella, uno dei migliori in campo, incredibilmente sempre in condizione pur giocando tutte le partite integralmente o quasi. I 1095 sostenitori veneti sfiorano l’impresa di portare a casa un punto ma escono comunque soddisfatti dalla trasferta del Meazza: fra due settimane, al Bentegodi arriverà la Fiorentina mentre l’Inter affronterà il Torino.

[df-subtitle]Tabellino [/df-subtitle]

Inter: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni, Lazaro (85′ D’Ambrosio); Brozovic, Vecino, Barella, Biraghi (63′ Candreva); Lukaku, L. Martinez (81′ Esposito)

Allenatore: Antonio Conte

 

Hellas Verona: Silvestri; Rrhamani, Gunter; Empereur, Faraoni, Amrabat, Pessina, Lazovic, Zaccagni (50′ Tutino),  Verre (63′ Henderson), Salcedo (83′ Stepinski)

Allenatore: Ivan Juric

 

Ammoniti: Brozovic, Zaccagni, Lautaro

Arbitro: Paolo Valeri di Roma 2

 

Parole dalla mixed zone

Verre:  “Peccato, eravamo passati in vantaggio. È stata una gran partita, abbiamo tenuta testa, l’ha decisa Barella con un grande gol. Il mio primo gol in Serie A, a San Siro, non facile contro Handanovic.  Si vede sempre un bel Verona, la strada è quella giusta. Il mister Juric? A livello fisico è esigente, mi dice di giocare a testa libera, è importante per me”.

Juric: “Se davamo troppi spazi, sapevamo della loro forza. Volevamo andarli a prendere più alti, dobbiamo fare meglio a livello di qualità. La sensazione metta è che dobbiamo sempre essere a mille. Gunter? Contento come sta crescendo, ha margini di miglioramento”.

Faraoni: “Sempre emozionante la fascia da capitano, abbiamo preparato bene la gara. Testa bassa e pedalare, fame su ogni pallone per raggiungere il prima possibile l’obiettivo”.

 

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Allan Edoardo De Laurentiis, sms di pace? Intanto il patron studia una megamulta…

Pogba Juve: ecco i tre motivi per il sì secondo la Gazzetta

Ibrahimovic – Milan, Garber conferma: “Tornerà in rossonero”

Mercato Inter: Giroud, Kulusevski e non solo per gennaio

Genoa Criscito: “Razzismo? E’ assurdo nel 2019 distinguere neri e bianchi”

Smalling, Roma verso il riscatto: ecco le cifre

Bennacer: “Al Milan devo migliorare. Contro la Juve per vincere”

Cagliari, Simeone: “Fiorentina? Concentrato sul campo, non guardiamo la classifica, diamo tutto”

Mercato Napoli, dalla Spagna: Fabian Ruiz incontra il Real Madrid

Milan – Cutrone al Daily Mail: “Messo nelle condizioni di andarmene…”

Supercoppa italiana, Juve-Lazio si gioca il 22 dicembre a Ryad! Un’importante novità

 

Articolo precedentePioli pronto a stravolgere il Milan: 3-4-2-1 e Paquetà escluso?
Articolo successivoMercato Roma, non tramonta la pista Hysaj dal Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui