Denzel Dumfries, il cui contratto in scadenza con l’Inter non dovrebbe essere rinnovato, potrebbe essere sostituito da Amar Dedic

Foto di Stefano D’Offizi

Completare l’arco delle frecce a disposizione di Simone Inzaghi, per di una rosa già altamente competitiva con gli ultimi tre tasselli (i quali si aggiungeranno agli altri due obiettivi già raggiunti, Taremi e Zielinski), per puntare al bersaglio grosso identificato nella conquista della Champions League. Dopo i festeggiamenti per la conquista della seconda stella, lo sguardo dell’Inter è ancora rivolto verso l’alto, con ambizioni sempre crescenti e aspettative massime in vista della prossima stagione.

Per ciò che concerne la rosa, a detta degli stessi dirigenti nerazzurri, verranno effettuate manovre volte a puntellare i vari reparti e subordinate alle varie uscite che potrebbero verificarsi. Su tutte, a destra, quella di Denzel Dumfries, esterno olandese il cui contratto in scadenza nel 2025 indica la massima urgenza in vista dell’estate.

Inter, svolta a destra: Dumfries saluta; relazioni più che positive su Dedic

La cessione del ventottenne terzino, con l’Aston Villa che starebbe preparando l’assalto per giugno a un’offerta economica che la dirigenza nerazzurra potrebbe ritenere congrua in relazione alla situazione sopracitata, comporterebbe uno sbarco alla Pinetina. L’indiziato numero uno, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, sarebbe Amar Dedic, talento classe 2002 in forza al Salisburgo già impegnato in questa edizione della Champions League a San Siro, gara nella quale ha giocato novanta minuti e impressionando positivamente gli scout nerazzurri.

Nella stagione in corso, il bosniaco ha totalizzato trentuno presenze, impreziosite da cinque reti e altrettanti assist; la scadenza contrattuale fissata al 30 giugno 2027 non agevolerebbe certamente un assalto nerazzurro a prezzi ridotti, con la richiesta economica del Salisburgo che si aggirerebbe intorno ai 20 milioni di euro. Cifra, questa, che l’Inter potrebbe reperire sul mercato proprio dai proventi della cessione dello stesso Dumfries, ormai segnalato in uscita.

Articolo precedenteBologna, Saputo e la Champions League: “Impresa memorabile, tifosi sempre vicini”
Articolo successivoContatti Conte-Napoli, il rilancio di De Laurentiis: il patron non molla

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui