[df-subtitle]Spalletti pre Inter – Frosinone[/df-subtitle]

Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara casalinga contro il Frosinone. Testa ai ciociari, non alla Champions League di martedì contro il Tottenham:

E’ la prima gara di un pacchetto di partite dove ci giochiamo parte del nostro futuro, non sarà semplice. Dobbiamo dare forte considerazione a qualsiasi avversario davanti, una squadra così seguita crea ulteriori stimoli agli avversari“.

Su Marotta dirigente: “La trattativa è avanti, il Presidente ci dirà. Di lui posso dire che è un trequartista tra le linee, sa benissimo quando andare di là e quando venirti incontro, fare squadra e gruppo. Ha esperienza, è stato in tutti i livelli di squadre nel nostro campionato, i risultati parlano da soli“.

I cambi in squadra:Non è tanto quello che scelgo, ma sono i metri che vanno fatti, il fardello di pressioni da un punto emotivo di dover vincere ti fa tirare un pò il fiato. I nomi che verranno scelti si equivalgono, abbiamo composto una rosa di giocatori per poter fare tutte le partite al massimo“.

Nainggolan: “E’ un calciatore che anche nei dieci minuti ti può dare l’impennata alla partita, si parla sempre di vampate del suo modo di giocare. Ora è completamente recuperato, non sente molto la fatica. L’averlo a disposizione ci fa molto piacere”.

Gli infortuni:Capitano di più alle grandi squadre per l’esasperazione di dover vincere le partite, questo crea ulteriori tossine al muscolo. Non mi sembra che l’Inter ne abbia avuto moltissimi, siamo nella norma e siamo in grado di far fronte ad eventuali problemini“.

Il Frosinone:Come per le squadre di questo campionato è allenata molto bene. Sono tre punti importantissimi“.

Vrsaljko:Fiduciosi di andare a recuperarlo in poco tempo“.

Dalbert:Ha qualità ancora tutte da scoprire per il nostro mondo, per i tifosi che ancora non l’hanno visto nel pieno della condizione“.

Su Politano:Me lo aspettavo così, lo credo ancora meglio di quello che abbiamo potuto valutare in Nazionale. Ha evidenziato questa personalità, dote caratteriale di voler prendere la palla sui piedi e andare a puntare gli avversari, andare a creare qualcosa di imprevisto e poi è stato premiato. Anche Gagliardini ha dato una palla eccezionale“.

Icardi:E’ uno specialista della materia, dove pesa di più a livello emotivo, lui lo sente più leggero di altri e ci mette sempre qualcosa di suo. Ha veramente delle potenizalità infinite sui numeri dei gol e noi lo vogliamo mettere nelle condizioni di potersi esprimere“.

Perisic:Facendo un lavoro a tutto campo è chiamato ad una fatica totale, ad un supporto completo nei confronti della squadra. A me va bene così, risolve tante soluzioni tattiche e va a pulire delle cose con i suoi rientri“.

Il video della conferenza, pubblicato dai canali ufficiali nerazzurri:

Articolo precedenteRoma, Di Francesco: “Giocano Kolarov e Schick. L’Udinese è una squadra che sta bene. Pericoloso pensare già al Real”
Articolo successivoUdinese – Roma: i convocati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui