Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato in occasione dell’evento organizzato a San Siro da “Il Foglio“. L’ad nerazzurro ha parlato dello stato d’animo della squadra in seguito al brutto k.o con il Bologna, ma anche di mercato e del futuro del tecnico Inzaghi, il quale gode della piena fiducia della società.

INTER, MAROTTA: “PERSA LA BATTAGLIA, NON LA GUERRA. INZAGHI STA FACENDO BENE”

Sulla sconfitta a Bologna: “Abbiamo perso una battaglia ma non la guerra. Dobbiamo cercare di ricomporci il più in fretta possibile, siamo inca***ti ma non depressi“.

Sulle cessioni di Lukaku e Hakimi:  “Entrambi avevano espresso la volontà di andare a fare esperienze in altri campionati. C’è stata una scossa forte, con gli addii dell’allenatore dello Scudetto e di giocatori importanti, oltre allo sfortunato Eriksen. Alle spalle avevamo la solidità della proprietà ed il fatto che attraverso quelle operazioni avevamo garantito sostenibilità alla società. Poi abbiamo operato cercando di allestire una squadra competitiva e abbiamo avuto la fortuna di scegliere un allenatore giovane come Inzaghi“.

Su Inzaghi: Simone sta rispondendo in pieno a quelle che erano le esigenze, a ciò che avevamo chiesto. Dell’annata, sperando nella ciliegina o in entrambe le ciliegine, siamo contenti. E questo lo si deve alla cultura del lavoro, alla competenza delle strutture e alla solidità del club. Siamo molto contenti di lui. Sta facendo bene ed ha margini di crescita forti, credo che quando arriverà all’età di Ancelotti, Conte o Allegri potrà essere uno fra i migliori in circolazione“.

 

OLTRE A “INTER MAROTTA” LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteDe Laurentiis: “Il Napoli è il mio cuore, non ho mai pensato di venderlo”
Articolo successivoMilan, Giroud suona la carica: “abbiamo il destino nelle nostre mani…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui