Romelu Lukaku ha rilasciato le sue prime dichiarazioni dopo l’ufficialità del suo ritorno all’Inter ai canali ufficiali del club nerazzurro.

INTER, LUKAKU: “E’ COME TORNARE A CASA, EMOZIONE FORTE. DARO’ TUTTO”

Queste le sue parole: “E’ un’emozione forte. Penso che la storia che ho avuto un anno fa qui con questa squadra è stata una bella storia: per la squadra, per i tifosi e per me personalmente. L’Inter mi ha dato tanto e spero adesso di fare meglio di prima. Adesso è il momento di lavorare con la squadra e fare meglio di prima”.

Su Zhang “Abbiamo parlato di tante cose: di come sembrava impossibile per me tornare qui, ma ce l’abbiamo fatta e per questo devo ringraziare anche lui che ha continuato a spingere e a credere che era possibile. Alla fine ci siamo riusciti, sono molto contento”.

Sul ritorno a Milano“È come tornare a casa. Penso che a Milano io e la mia famiglia siamo stati veramente bene grazie alla gente, ai tifosi e ai miei compagni. Dal primo giorno quando sono arrivato qui tutti mi hanno aiutato tanto, sono veramente contento. Non ho neanche lasciato casa mia quando sono andato in Inghilterra, a dimostrazione di quanto sia contento di tornare qui. Adesso voglio solo rivedere i ragazzi in campo”.

Sui motivi che lo hanno spinto a tornare: “L’affetto dei tifosi e dei miei compagni, ma anche l’opportunità di lavorare con il mister. Sono rimasto in contatto con lui per tutta la stagione scorsa. Penso che il mister stia facendo bene con la squadra: io voglio contribuire e fare bene per questa società”.

Su Inzaghi“Tanta voglia di lavorare con lui, perché ho visto la squadra che ha giocato a grandi livelli l’anno scorso. Mi è dispiaciuto che non siano riusciti a vincere lo Scudetto, ma hanno vinto 2 trofei veramente importanti. Tanti giocatori sono cresciuti in modo importante, dobbiamo continuare così. Adesso siamo nella posizione di lanciare una sfida a tutti gli altri: vogliamo preparare bene la nuova stagione e continuare il percorso che stiamo facendo”.

Sui vecchi compagni:  “La maggioranza, li ho sentiti praticamente tutti. Li ringrazio tutti perché io volevo tornare qui, ma anche loro hanno spinto tanto per il mio ritorno. Devo ringraziarli perché per me sono come una famiglia: sono miei fratelli”.

Sui numeri: “Non sono un individualista, penso sempre alla squadra. Voglio che l’Inter vinca: farò tutto il possibile sia in allenamento sia in campo per far vincere l’Inter”.

Sui tifosi: “Sono contento di tornare qui: darò tutto ogni giorno per far felici di nuovo i tifosi e i miei compagni”.

Articolo precedenteInter, Zhang presenta Lukaku: “Il big boss è tornato, come un deja vù”
Articolo successivoNapoli, tutto fatto per il rinnovo di Meret: il portiere firma fino al 2027

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui