Inter, Lautaro si confessa – Lautaro Martinez, attaccante dell’ Inter e grande protagonista del ritorno del tricolore a Milano, ha rilasciato un’ esaustiva intervista ai microfoni de “La Nacion“, nella quale ha parlato del difficile ambientamento al suo primo anno in Italia.

Inter, Lautaro si confessa – Queste le sue parole:

“Il primo anno è stato tosto. Arrivavo dal Racing, dove avevo segnato tanti gol e la gente cantava il mio nome, ero sempre un titolare, in un nuovo Paese, un nuovo club, una nuova lingua… sapevo che mi sarei dovuto adattare, ma non che mi sarebbe costato tanto. “Dopo tre mesi già dicevo che volevo andare via, non ne volevo sapere più. A volte prendevo la macchina e andavo in giro da solo. Ero come un pazzo, non pensavo. Mauro (Icardi, ndr) mi ha dato una mano gigantesca in quel momento, lo ringrazio sempre. Sono molto felice che il primo anno mi sia servito come apprendimento. Già nel secondo anno ho giocato di più, le cose sono cambiate. E in quello appena concluso, ancora meglio: sono tornato in Argentina completamente soddisfatto e felice. Ho giocato 38 partite su 38 in Serie A, 6 su 6 in Champions e 4 su 4 in Coppa Italia. E abbiamo vinto il campionato. È il mio primo titolo da professionista, ed è arrivato tre mesi dopo la nascita di mia figlia Nina. Ha un altro sapore”.

LEGGI ANCHE:

  1. Inter, Barella: “Squadra quadrata, io più sicuro dei miei mezzi. C’è stanchezza ma…”
  2. Manchester, Solskjaer: “Roma ha qualità, siamo pronti. Nessuna mancanza di rispetto, conosco la storia”
  3. Man City, Guardiola: “Psg non solo due campioni. Godiamoci la partita, pressione e il momento restando noi stessi”
  4. Chelsea, Tuchel: “Real Madrid? Servirà la nostra miglior versione”
  5. Inter-Verona, Darmian ancora decisivo: così contro l’Hellas
Articolo precedenteDall’ Inghilterra: anche l’ Arsenal si muove con l’ Inter per Hakimi
Articolo successivoMercato Fiorentina Bakayoko, Gattuso vuole il mediano francese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui