Tiago Djalò, passato al Lille nel 2019 nell’ambito dell’operazione Leao al Milan, sarebbe finito nel mirino della Juve: Inter in pole

Dal campo, con il duello Scudetto tra le prime due classificate che si protrarrà anche nel corso dei prossimi mesi, al mercato: la sfida tra Inter e Juventus non è mai banale, storicamente, e non lo sarà nemmeno quest’anno. In attesa di capire quale delle due compagini riuscirà a prendere terreno per puntare al traguardo Tricolore, le due società potrebbero incrociare i guantoni anche sul ring del calciomercato. L’obiettivo comune, questa volta, sarebbe quel Tiago Djaló da mesi in orbita Inter, ma profilo sondato dalla stessa Vecchia Signora.

Il contratto in scadenza nel giugno 2024, dopotutto, appare occasione assai vantaggiosa per tutte le pretendenti pronte a sottoporre un nuovo contratto al centrale portoghese. Nel corso di questa stagione, il ventitreenne tenterà di recuperare la forma migliore a causa del grave infortunio rimediato lo scorso marzo: rottura del legamento crociato. Fino a quel momento, però, il classe 2000 si è rivelato elemento prezioso per il Lille, società transalpina che ha ottenuto il cartellino del difensore nell’ambito dell’operazione Leao, conclusa con il Milan.

Tiago Djaló, potrebbe dunque accordarsi con qualunque società a partire dal prossimo mese, con l’Inter che appare saldamente in pole position per assicurarsi un giovane di grande prospettiva e ottime qualità. Al momento, il tentativo della Juventus potrebbe andare a vuoto, ma non è detto che, incrementando l’offerta già concordata solo sulla parola con la società nerazzurra, Giuntoli possa strappare un accordo con il portoghese. A riportarlo, è il portale online, calciomercato.com.

Oltre all’articolo: “Inter-Juve, duello anche sul mercato: tentativo di Giuntoli per Djalò”, leggi anche:

  1. Salernitana-Dia, avventura agli sgoccioli: a gennaio sarà addio
  2. Spalletti: “Faccio il mio lavoro, non cerco consensi. La maglia azzurra va onorata”
  3. Dalla Germania: colpo del Bayern, in estate arriverà Zaragoza
Articolo precedenteKvaratskhelia ammicca al Real Madrid: “Non adesso, ma in futuro”
Articolo successivoMichele Di Gregorio, custode di una favola chiamata Monza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui