Inter, da Nandez a Frattesi – L’ Inter è alla ricerca di un centrocampista che possa garantire sia una fase di contenimento che di costruzione. I nerazzurri, tra Gennaio e Giugno, perderanno due profili del calibro di Vecino e Vidal e, per questo motivo, Marotta e Ausilio sono alla ricerca di un degno sostituto. Non c’è però nessuna fretta e la scelta dei dirigenti nerazzurri dovrà essere economicamente ponderata e attinente all’ idea di calcio di Simone Inzaghi. Chi arriverà dunque, secondo quanto riportato da “Calciomercato.com“, lo farà in prestito al massimo oneroso, con diritto di riscatto oppure obbligo legato a determinate condizioni.

Inter, da Nandez a Frattesi – Tra i profili monitorati con più attenzione dall’ Inter vi è sicuramente Nahitan Nandez, in uscita dal Cagliari. Giulini ha dato il suo consenso ad una eventuale partenza del sudamericano abbassando, addirittura, le sue richieste del 30-40% e chiedendo, quindi, circa una ventina di milioni. Ausilio e Marotta, però, prediligerebbero un centrocampista giovane, talentuoso e soprattutto italiano e, conseguentemente, Davide Frattesi del Sassuolo soddisferebbe tali esigenze, con Giulio Maggiore come seconda scelta. Questa operazione, nonostante gli ottimi rapporti tra Carnevali e Marotta, è destinata alla prossima Estate con una concorrenza agguerrita da parte della Roma di Josè Mourinho.

LEGGI ANCHE:

  1. Cagliari, Capozucca: “Per qualcuno è l’ultima gara con questa maglia, ci vergogniamo”
  2. Verona, Tudor: “Torino di Juric ha modo di interpretare simile a noi, sarà una battaglia”
  3. Inter-Eriksen, rescissione consensuale: il saluto nerazzurro
  4. Verona-Atalanta, 17a giornata: cronaca e tabellino [LIVE]
  5. Verona-Atalanta, Tudor: “Tante somiglianze in una sfida difficile e stimolante, Gasperini…”
  6. Roma, Mourinho pre Sofia: “Non aspettavamo tanti problemi insieme, i tifosi sono veri romanisti. Vogliamo vincere”
  7. Milan-Liverpool, Pioli: “Noi forti, loro fortissimi. Gli infortuni…”
  8. Inter, Lautaro: “Contento qui. Vincere a Roma sarebbe bel segnale, poi il Real”
Articolo precedenteTreviso, Alessio Zanuttig: “A mio padre sono sempre piaciute queste sfide. Fuori dal campo…” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoInter, l’analisi di Skriniar: “ecco le differenze tra Conte e Inzaghi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui