Inter, Conte – Un soddisfattissimo Antonio Conte, quello che ieri, dopo la vittoria di misura sul Verona di Ivan Juric si è presentato dinanzi i microfoni di “Dazn“. Per il tecnico nerazzurro, ieri pomeriggio a San Siro è stato compiuto un importantissimo passo in avanti verso quello scudetto tanto inseguito e sognato che manca da ben 11 anni.

Inter, Conte – Queste le sue parole:

Sulla partita:Il pallone inizia a pesare, per tanti è la prima volta. Ma dopo due stop con Napoli e Spezia abbiamo ripreso la marcia. Anche oggi abbiamo creato diverse situazioni per fare gol. Quando ti trovi a tu per tu col portiere e non segni capisci che il pallone è un po’ più pesante. Riuscire a vincere vorrebbe dire mettere nella testa dei calciatori qualcosa di importante”

Sull’ importanza della vittoria: “Non dimentichiamoci che le altre stanno perdendo punti in continuazione, noi invece non perdiamo da tempo. In quella corsa che ho fatto al gol di Darmian vedo il 95% dello scudetto. Ancora non l’abbiamo conquistato ma vincere oggi contava molto perché il Verona è una squadra forte. Se altre volte ho detto che vincere valeva 6 punti, oggi posso dire che valeva 9”.

Su Bastoni, De Vrij e Skriniar: “Vedo tante similitudini con la BBC alla Juventus. Erano tre difensori ragazzi al primo anno di Juve che non avevano vinto nulla e si è iniziato un percorso assieme. Lo scudetto porta tanta autostima e sicurezza nei propri mezzi. Adesso parliamo di Barzagli, Bonucci e Chiellini, prima anche loro erano vergini di vittoria. Mi auguro che qua all’Inter succeda la stessa cosa con Bastoni, Skriniar e De Vrij”. 

Articolo precedenteMatteo Ortolani, rete al 92′ con la Dinamo Tirana. Vivo il sogno promozione
Articolo successivoMorata sulla Juventus: “giocherei qui a vita, ma il calcio è un negozio”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui