Buongiorno, centrale e capitano del Torino, potrebbe partire in estate dopo le barricate invernali: l’Inter ha tre carte da giocarsi

Potrebbe aver vacillato, in alcuni frangenti, ma non è mai crollato a dispetto degli attacchi frontali di molte big italiane e straniere, come ad esempio Milan, Napoli, Manchester United e Bayern Monaco. Il muro innalzato dal Toro per trattenere il proprio capitano e leader della retroguardia, Alessandro Buongiorno, in vista della prossima sessione estiva, potrebbe davvero subire il contraccolpo decisivo in relazione alle ultime indiscrezioni del mercato. A venticinque anni, con un posto nella Nazionale italiana conquistato e un Europeo da vivere da protagonista, il numero 4 potrebbe cercare la definitiva consacrazione europea. La novità, sarebbe che anche l’Inter si è iscritta all’asta per il gioiello del Torino.

Secondo quanto confermato dal quotidiano torinese Tuttosport, la società nerazzurra potrebbe abbattere le barricate innalzate da Cairo presentandosi al tavolo delle trattative con tre carte decisive per sbaragliare la concorrenza, individuate in Valentin Carboni, (centrocampista del Monza valutato già 30 milioni di euro), Martin Satriano e Francesco Pio Esposito. L’Inter potrebbe tentare di ridurre la parte cash inserendo contropartite in grado di persuadere il Toro a cedere un elemento che ben si sposerebbe con la concezione difensiva a tre uomini imposta da Simone Inzaghi. Alessandro Buongiorno rappresenterà, sicuramente, uno dei nomi più pronunciati in ottica mercato della sessione estiva, nonché uno dei centrali più ambiti in ambito internazionale.

Oltre all’articolo: “Inter, c’è un Buongiorno per Inzaghi: nerazzurri iscritti all’asta per il difensore”, leggi anche:

Articolo precedenteVerona-Genoa, Baroni: “Tanta delusione”
Articolo successivoRinnovo De Rossi-Roma, l’indizio social che svela la scelta della società

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui