spot_img
Home SerieA Bologna Inter-Bologna, Svanberg suona la carica: “crediamoci fin da subito”

Inter-Bologna, Svanberg suona la carica: “crediamoci fin da subito”

18

Inter-Bologna, Svanberg suona la carica – Mattias Svanberg, centrocampista del Bologna, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de “La Gazzetta Dello Sport” nella quale ha presentato la complicata, e allo stesso tempo affascinante, sfida di domani pomeriggio a San Siro contro l’ Inter. Il giocatore svedese si è detto carico e fiducioso in vista del match di domani, anche se servirà una gara al limite della perfezione da parte del club rossoblu.

Inter-Bologna, Svanberg suona la carica – Ecco le sue dichiarazioni:

“Per ora ho segnato solo in casa perché il Dall’Ara mi piace, poi vediamo cosa succede…I 7 punti alla pari con l’Inter? Ci è servita la sconfitta in Coppa Italia contro la Ternana: è stata come un elettroshock. Perché capisci che figuraccia hai fatto, perché il giorno dopo non stai bene. Pensare di vincere non è vincere. La mentalità è alla base di tutto.

Io voglio essere un giocatore che fa punti. Poi ripenso a quelli che mi hanno annullato con il Var: 4. Finora mi ha girato male, magari da quest’anno comincia ad andarmi bene. Sono migliorato nella fiducia, nella confidenza con il calcio italiano, nel restare dentro la partita più tempo: agli inizi magari facevo un quarto d’ora buono e ora sto lì, prova ne sia il gol nei minuti finali contro il Verona. Detto questo, non mi accontento: vorrò acquisire la capacità di prendermi ancor più responsabilità in campo. 

Arnautovic? Sai e vedi che è un gran giocatore, ha la personalità e il carattere di un campione, di chi ha giocato ad alti livelli: può fare anche tante cose da solo, contro il Verona combatteva contro due, da una sua battaglia è nato poi il mio gol. Giusto che ci rimbrotti quando sbagliamo: quando perde la palla fa di tutto per riprenderla, per vincere. Uno così può parlare, insegnare”.

SU INTER-BOLOGNA: “Si chiamerà “battaglia”. Dobbiamo crederci da subito. Dovremo difendere come… cavalli ed essere spietati. Poi il gol arriverà. Abbiamo già vinto due volte a San Siro con l’Inter, dopo il due…”

 

Articolo precedenteHiguain si confessa: “Anno sabbatico al termine del contratto”
Articolo successivoNapoli parole Osimhen: “Ora voglio stare bene e senza infortuni”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui