Inter, allarme difesa: ma il problema era evidente

Inter, allarme difesa: ma il problema era evidente

INTER ALLARME DIFESA PROBLEMA - Conte numericamente è a posto ma tatticamente no: manca un altro centrale. Kolarov e Darmian sono adattati

INTER ALLARME DIFESA PROBLEMA – Il bello e il brutto, si sa, fanno parte di quella sfera chiamata soggettività che soprattutto nel calcio apre discussioni e parentesi infinite di cui per esempio Allegri e Sacchi sono stati recentemente grandi fautori nonché acerrimi nemici. Bel gioco, bel calcio, squadra compassata che non si riesce ad esprimere: quante volte abbiamo sentito espressioni di questo genere. C’è invece qualcosa di oggettivo che può essere visto e interpretato in vari modi ma che non cambia mai: il risultato, o meglio i risultati. E di conseguenza i numeri. E nella seconda Inter di Antonio Conte, partita con il chiaro intento di vincere lo Scudetto, c’è qualcosa che non va.

INTER ALLARME DIFESA PROBLEMA

Si tratta della difesa. Handanovic in 6 partite ha già subito 10 reti. Tante, troppe. Soprattutto se si considera che nello stesso arco di tempo, un anno fa, il portierone sloveno aveva raccolto soltanto due palloni in fondo al sacco. Un dato che fa preoccupare Conte, la società e gli stessi calciatori. Un dato però che era preventivabile se si va ad analizzare il mercato della società nerazzurra.

Un mercato positivo visto che oltre alla permanenza di Lautaro, sono arrivati giocatori importanti come Hakimi e Vidal, è rientrato Perisic, è stato confermato Young. Un mercato positivo che però probabilmente non si è accorto di un dettaglio. Nella rosa dell’Inter manca palesemente un difensore centrale. Lasciare andare Godin, che pesava molto a bilancio, ci può stare (con la sua partenza è arrivato Vidal). Non sostituirlo, no. All’Inter non mancano giocatori dal punto di vista numerico. Ma manca enormemente un tassello in difesa.

 

INTER ALLARME DIFESA PROBLEMA

Non si può pensare di affrontare una stagione complessa e ricca di impegni con solo 4 difensori centrali (De Vrij, Bastoni, Skriniar e Ranocchia) se giochi con la difesa a 3. E’ vero, sono arrivati Kolarov e Darmian che, con D’Ambrosio, possono essere schierati nei 3 dietro. Ma restano dei terzini, dei difensori laterali. Nella difesa di Conte sono quindi adattati. Lo possono fare qualche volta, non tutta la stagione. E se ne stanno accorgendo tutti. Errori di valutazione? Difficile che uno come Conte non se ne fosse accorto. Durante il mercato si è dovuto fare di necessità virtù, del tipo ‘se vuoi Vidal ti tieni un difensore in meno’. Già più probabile, ma comunque paradossale. Paradossale che l’Inter non abbia un quinto centrale. Servirebbe come il pane. Perché si è visto che se manca uno, o addirittura due, tra Skriniar, Bastoni e De Vrij, la squadra è fragile.

INTER ALLARME DIFESA PROBLEMA – Valutazioni che sicuramente avrà fatto anche l’Inter. Noi non sappiamo quali siano state le esigenze del club ma un’ulteriore pedina servirebbe come il pane. Perché con la rosa che ha l’Inter adesso, sarebbe davvero un peccato non riuscire a giocarsela fino in fondo per lo Scudetto. E partire sempre sotto di uno o due gol è un problema. A Conte l’ardua impresa di risolverlo.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply