Infortunio Dybala: l’argentino è rimasto a terra dopo un violento contrasto di gioco con Prati nel corso del primo tempo di Cagliari-Roma

La “Roma forza quattro”, come le reti rifilate ad un Cagliari sempre più in crisi e che hanno fatto seguito a quelle realizzate al Servette, in Europa League, torna nella capitale con la consapevolezza di aver compattato ulteriormente un gruppo in cerca di conferme dopo un inizio complicato. Il rovescio della medaglia di una partita praticamente dominata all’Unipol Domus riguarda, certamente, il problema occorso al ginocchio di Paulo Dybala.

Al minuto trentasei della prima frazione di gioco, infatti, l’argentino è rimasto a terra per qualche minuto dopo il duro contrasto con Matteo Prati, centrocampista rossoblù. Visibilmente scosso e preoccupato, Dybala ha chiesto il cambio con le mani ripetutamente portate al volto, quasi a trattenere le lacrime. Il numero 21 ha lasciato il terreno di gioco sulle proprie gambe, ma ha fatto ampiamente cenno di non sentirsi minimamente pronto per proseguire.

Una preoccupazione, quella di Dybala, confermata dal primissimo riscontro degli esami eseguiti al termine del match: trauma distorsivo al ginocchio destro. Nelle prossime ore, l’argentino si sottoporrà ad ulteriori controlli ma, la netta sensazione, è che la squadra perderà la propria Joya per un periodo abbastanza prolungato. Tesi confermata da Josè Mourinho al termine del match:

In questi casi, tendo sempre a fidarmi delle sensazioni del calciatore: Paulo è visibilmente preoccupato e, di conseguenza, lo sono anche io. Lo perderemo per un po’ di tempo e siamo affranti; speriamo di recuperare qualcun altro”.

Oltre all’articolo: “Infortunio Dybala, Roma in ansia: il primo responso degli esami”, leggi anche:

  1. Cagliari-Roma, Mourinho: “Ranieri un signore, io concentrato sul lavoro. Dybala? Pessimista”
  2. Salernitana, ora è buio totale: Sousa in bilico, sondato un ex Milan
  3. Osimhen-Napoli, è fase di stallo: tre nomi per l’eventuale sostituto
  4. Genoa-Milan, Zangrillo: “Piccinini doveva guardare il gol di Pulisic”
Articolo precedenteGiroud coi guanti, Diavolo con le unghie a Genova
Articolo successivoThuram: “Ruolo, maglia e scelta Inter: tutto porta al numero 9″

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui