spot_img
HomeSerieANapoliInacio Pià: "Insigne top player. Napoli, trattieni Milik. Everton Soares? Solo se...

Inacio Pià: “Insigne top player. Napoli, trattieni Milik. Everton Soares? Solo se parte Lozano…”

-

In diretta a “Taca La Marca”, programma in onda su Radio Musica Television, è intervenuto Inacio Pià, ex attaccante di Napoli e Atalanta tra le tante. Inacio Pià si è soffermato sulle vicende del calcio italiano e su tanti altri temi.

Ecco quanto raccolto.

Scudetto: “Dopo la caduta della Lazio e dell’Inter, la matematica non chiude le porte, ma la Juventus ha dato probabilmente l’accelerata definitiva”.

Atalanta in Champions: “Non è più una sorpresa del calcio italiano, a livello calcistico è una grande del nostro calcio. In una partita secca può giocarsela con chiunque, può subire gol ma ne può anche segnare tanti. Corrono tanto e sono molto forti fisicamente, possono essere la sorpresa della Champions League”.

Atalanta inferiore solo alla Juventus: “È la verità se si guarda al rendimento e alle prestazioni offerte. Al momento sul campo sono inferiori solo alla Juventus e se non rallentano possono realmente pensare di arrivare ad insidiare il secondo posto alla Lazio”.

Insigne: “Lorenzo è un giocatore qualitativamente di altissimo livello, è in grado di creare la giocata decisiva in ogni momento come nella partita con la Roma. Gattuso è riuscito a trasmettere le giuste caratteristiche per diventare un big a livello europeo anche sul piano tattico. Darà ancora tanto al Napoli”.

Caputo: “Sta facendo bene negli ultimi anni, segna tanto nonostante l’età, sembra un ragazzino di 24-25 anni. Ciccio ha mercato, ma al momento pensa solo al Sassuolo”.

Emerson Palmieri-Inter: “È un ottimo giocatore e con Conte riuscirebbe ad esprimersi al massimo. Ha tanti margini di miglioramento che il tecnico nerazzurro potrebbe esaltare”.

Arthur-Juventus: “È molto giovane e può ben giocare sia davanti la difesa che come mezzala. Personalmente lo vedo meglio nel primo ruolo, avrà bisogno di tempo per adattarsi al calcio italiano ma con Sarri può crescere tanto”.

Osimhen e Milik: “Le qualità di Osimhen non si discutono, è un atleta puro. Prima dello stop era quasi arrivato a 20 gol. Ha bisogno di fare esperienza visto che il calcio italiano non è come quello francese. Milik offre determinate garanzie, se in forma segna sempre, gli azzurri dovrebbero tenerlo”.

Everton-Napoli: “Al momento è titolare in nazionale e ha grandi qualità. In quel ruolo nel Napoli c’è Insigne e poi Lozano. Nel caso in cui dovesse arrivare il brasiliano allora Lozano potrebbe andare via”.

Esperienza Napoli: “Potevo fare molto di più viste le mie qualità. A livello mentale sono stato molto condizionato dagli infortuni, poi nel calcio ci sono tante situazioni che si intrecciano e si incastrano. Vedere il Napoli in alto è gratificante visto che una piccola parte del merito è anche di quei giocatori che hanno militato in azzurro gli anni passati”.

Cristiano Abbruzzese
Cristiano Abbruzzesehttps://www.europacalcio.it
Giornalista pubblicista dal luglio 2012, è il direttore di EuropaCalcio.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Romagnoli, c’è l’offerta del Fulham: il difensore prende tempo

0
ROMAGNOLI FULHAM - Tra i giocatori che ancora non conoscono il proprio futuro c'è Alessio Romagnoli. L'ex Capitano del Milan, svincolatosi dai rossoneri dopo...