[df-subtitle]Juve: ottava meraviglia. Vincono tutte le grandi, respira il Cagliari, buio Atalanta[/df-subtitle]

Il campionato si ferma di nuovo per lasciare spazio alle nazionali. Prima della sosta, però, c’è stato giusto il tempo per vedere la Juventus confermarsi nel ruolo di rullo compressore. Dominio totale a Udine (0-2 Bentancur-Ronaldo) e risultato che avrebbe potuto essere ancora più rotondo se non ci fosse stato Scuffet, migliore in campo per distacco, a difendere la porta friulana. Allegri punta ora ad eguagliare le 10 vittorie consecutive della Roma di Garcia della stagione 2013-14.

Roma che dimostra di essersi ormai completamente ripresa dopo il periodo negativo. Terza vittoria consecutiva ed Empoli battuto 2-0 grazie a Nzonzi e Dzeko. Vince anche l’altra romana, la Lazio, che con Immobile batte la Fiorentina e torna al quarto posto nonostante un periodo complicato (striscioni contro Milinkovic e Luis Alberto rei di non metterci il giusto impegno).

Vincono anche Milan, Inter e Napoli. I rossoneri si sbarazzano di un Chievo sempre più in crisi (oggi arriverà l’esonero per D’Anna) grazie alla doppietta di Gonzalo Higuain e alla rete di Bonaventura (per i veneti Pellissier), oltre alla super prova offerta da Suso. I nerazzurri hanno la meglio su un’ottima Spal grazie alla doppietta di Icardi. Inter alla sesta vittoria consecutiva contando anche la Champions League, Spal invece in crisi di risultati nonostante la grande prestazione. Gli uomini di Ancelotti battono il Sassuolo grazie alla staffetta Ounas-Insigne (primo gol alla prima da titolare per il franco-algerino, che non risparmia una frecciatina a Sarri) e restano saldamente al secondo posto in classifica.

Respira il Cagliari che trova il primo successo stagionale tra le mura amiche grazie al 2-0 inflitto ad un brutto Bologna (reti di Joao Pedro e Pavoletti). Grande vittoria del Parma a Genova: rossoblù sconfitti in casa per 1-3 ( ancora in gol il gioiello Piatek) e quarta vittoria nelle ultime cinque per gli uomini di D’Aversa. Crisi nera, invece, per l’Atalanta di Gasperini piegata dalla Sampdoria di Giampaolo per 1-0. Dea che non vince dalla prima giornata di campionato e ora la situazione inizia ad essere complicata.

L’ottava giornata era cominciata venerdì con la soffertissima vittoria del Torino per 3-2 ai danni di un Frosinone che si dimostra vivo. Ciocari che restano però penultimi e sono ancora a caccia del primo hurrà stagionale. Per ora, la dirigenza conferma la fiducia a Longo.

Ora, come detto, pausa per le nazionali. La Serie A tornerà fra due settimane: match clou sarà ovviamente il derby di Milano, ma da tenere d’occhio saranno anche Parma-Lazio e Sampdoria-Sassuolo. Match fondamentali quelli tra Chievo e Atalanta a Verona e Frosinone ed Empoli in Ciociaria.

Articolo precedenteUdinese: i convocati con le nazionali
Articolo successivoNapoli: i convocati con le nazionali e i loro impegni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui