L’eliminazione delle due squadre di Madrid, apre un clamoroso squarcio in quel calcio che negli ultimi anni ha dominato senza se e senza ma il calcio mondiale sia a livello di club che a livello di nazionale. Andate a vedere l’albo d’oro delle due massime competizioni europee per club per crederci, La Spagna ha conquistato le ultime 5 Champions League 7 delle ultime 10, monopolizzando in due casi anche la finale, quando entrambe le volte si sfidarono proprio le squadre di Madrid. La beffa delle beffe sarà che nell’anno della finale nella capitale spagnola entrambe le squadre siano rimaste fuori già agli ottavi, vittime di due clamorose rimonte. Se allarghiamo il campo all’Europa League, non dimentichiamo i sei trionfi nelle ultime nove edizioni, se poi parliamo di nazionali, chi si scorda quello che ha fatto La Roja tra 2008 e 2012?

Calcio spagnolo fine di un’epoca?

Cambio generazionale, fine di un ciclo, avversarie cresciute, tutta una serie di cause, resta il fatto che oggi il calcio spagnolo non è più dominante in maniera assoluta come lo scorso anno e si sa che nel mondo del pallone una stagione può sembrare un’era geologica.

Barcelona per salvare il calcio spagnolo

Stasera il Barcelona scenderà in campo, e salvo scenari al momento clamorosi, difficile pensare possa essere sconfitto ed eliminato (anche se agli ospiti basterebbe pure un pareggio con gol) dal Lione.  Dal 2009/10 che la Spagna non si ritrovava con una sola squadra ai quarti (anche all’epoca il Barcelona), mentre per non trovarne nemmeno una bisogna scendere al 2004/05. Di certo la squadra guidata da Messi stasera scenderà in campo con la consapevolezza di essere una se non la massima pretendente al trofeo finale per far continuare la statistica da rullo compressore del calcio iberico.

Articolo precedenteDugarry: “Il gioco di Simeone mi infastidisce”
Articolo successivoMilan, il nuovo obiettivo è Brahimi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui