ROMAGNOLI RINNOVO – Dopo il doloroso addio di Gigio Donnarumma la scorsa Estate, ora il ruolo di giocatore più pagato in casa Milan appartiene ad Alessio Romagnoli poichè perfino Zlatan Ibrahimovic grava meno di lui sul bilancio. Il difensore classe 1995 vuole restare in rossonero e per farlo sarebbe pronto anche a decurtare il suo ingaggio. La vera notizia del giorno, però, secondo quanto riportato da “La Gazzetta Dello Sport“, sarebbe rappresentata dalla volontà della dirigenza del Milan di non voler trattare più con Mino Raiola, probabilmente a causa della vicenda Donnarumma.

ROMAGNOLI RINNOVO – Raiola è l’ uomo incaricato di  cercare per lui una nuova destinazione ma Romagnoli non vorrebbe perseguire questa strada e anzi vorrebbe legare a vita il suo nome alla causa rossonera. Volontà ammirevole e che sicuramente sarà gradita dalla tifoseria rossonera ma al contempo e legittimamente, il centrale di Anzio esige che il nuovo accordo preveda per lui tutte le tutele del caso. Come dargli torto infondo? Romagnoli ha dimostrato di essere un grandissimo professionista, accettando di buon grado la convivenza con Kjaer e Tomori e compiendo, inoltre, un gigantesco passo verso il suo club, accettando, almeno per ora, la diminuzione da 6 milioni di Euro l’ anno a 3 pur di far continuare la sua, bellissima, storia d’ amore con il Milan.

LEGGI ANCHE:

  1. Covid Verona, Tudor positivo: il comunicato del club
  2. Barcellona, Xavi: “E’ il miglior club del mondo, qui si può solo vincere e lavoreremo per farlo”
  3. Italia, Mancini: “Svizzera sempre difficile, gara importante da preparare senza tensioni. I singoli…”
  4. Milan-Inter, Pioli: “Gara importante. siamo cambiati noi e loro, campionato lungo”
  5. Milan-Inter, Inzaghi: “Stiamo bene, facce giuste. Rinnovi segnale importante”
  6. Verona, Tudor: “Napoli forte, organizzato e primo con merito, per noi motivazione e coraggio”
  7. Cagliari-Atalanta, Mazzarri: “Tante assenze, problemi e poco lavoro ma abbiamo anche le nostre colpe”
  8. Juventus-Fiorentina, Allegri: “Vincere partite e metterle da parte, c’è da crescere e lavorare”
  9. Bologna-Cagliari, Mazzarri: “A volte paura di vincere, stiamo lavorando su tutto”
  10. Roma-Bode, Mourinho: “Nessuna rivincita. Conference non appassiona ma possiamo arrivare in fondo”
Articolo precedenteRoma Veretout: “Periodo di calo, ma siamo a 3 punti dalla Champions”
Articolo successivoL’ Inter ci riproverà per Raspadori: il giocatore può arrivare in prestito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui