[df-subtitle]I nerazzurri propongono a Icardi 7 milioni annui, ma Wanda ne chiede almeno 8. Altro obiettivo è eliminare la clausola rescissoria[/df-subtitle]

Una delle questioni più spinose in casa Inter è quella legata al rinnovo di Mauro Icardi, il cui contratto scade nel 2021. Prossimamente ci sarà un incontro tra la dirigenza nerazzurra e Wanda Nara, moglie e agente del bomber agrentino.

Così si legge su “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola: “Lo scontro pubblico con Wanda nei giorni prima di Natale non ha infatti intaccato l’ottimismo del club, intenzionato a chiudere la vicenda senza trascinarla a lungo. La novità, rispetto all’offerta dei mesi scorsi da 6 milioni di euro bonus inclusi che Icardi non ha mai accettato, è che la società nerazzurra è disposta a ritoccare verso l’alto quella cifra, fino ad arrivare a un ingaggio da 7 milioni (sempre bonus compresi, alcuni facilmente raggiungibili), con conseguente prolungamento fino al 2023. A Icardi verrebbe dunque riconosciuto un ingaggio top, in linea proprio con quello che lo stesso Marotta riconobbe a Dybala nel 2017 (7,3 milioni). Probabilmente ancora inferiore rispetto alla richiesta di Wanda Nara, fissata intorno a quota 8. Ma qui l’Inter si aspetta un passo indietro, anche in considerazione di un mercato che intorno al nome di Icardi non è mai realmente decollato. Non si è mai andati oltre i sondaggi indiretti, o gli apprezzamenti più o meno pubblici del Real Madrid. In soldoni: Icardi non ha (ancora) rifiutato ingaggi milionari pur di restare all’Inter, mossa tale da giustificare dunque un sacrificio economico oltre la logica del club, deciso dunque a restare entro certi parametri economici“.

Per quanto riguarda la clausola, “Da parte sua Wanda proverà a «monetizzare» la volontà (confermata) del club di eliminare la clausola rescissoria da 110 milioni di euro. La strada è tracciata, l’intenzione dell’Inter non è in discussione. Sul medio termine, invece, i ragionamenti saranno più estesi e in qualche modo coinvolgeranno anche la figura di Wanda Nara, che ha indubbiamente un peso psicologico importante nelle scelte dell’attaccante. Scenari della prossima estate, ancora presto per decriptarli“.

Articolo precedenteBarella direbbe no al Napoli per i rapporti tra le tifoserie
Articolo successivoCrisi Real, Modric fa mea culpa: ” Molti non rendono al meglio, io per primo “

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui